Le botteghe storiche di Milano: ve ne raccontiamo dieci

Nell’immaginario collettivo, Milano è la città dell’innovazione, del cambiamento, delle mode e delle tendenze. E certamente è un po’ così. Ma forse non tutti sanno che in città c’è anche una fortissima presenza di botteghe che sono lì, ferme, immobili da decenni. Sono le botteghe storiche di Milano, luoghi che possono essere negozi di qualunque genere, bar ristoranti o pasticcerie gestiti quasi sempre da una stessa famiglia che, negli anni hanno saputo diventare un punto di riferimento per il quartiere in cui sono collocate e per l’intera città.

Il fascino delle botteghe storiche di Milano

Le botteghe storiche di Milano mi piacciono molto. Mi affascina, intanto, l’idea che non si debba per forza cambiare per piacere e mi fa sentire molto orgogliosa della nostra capacità artigianale vedere certi negozi resistere a tutto. E non solo sopravvivere. Dietro a queste insegne non c’è solo fortuna. Ci sono uomini e donne che hanno saputo fidelizzare la propria clientela, fornire sempre il meglio, comprendere come adeguarsi al passare del tempo, avere il coraggio anche, certe volte, di restare sé stessi senza cadere nella facile tentazione della moda.

Milano, insomma è anche questo e il Comune ha saputo riconoscere questi luoghi come beni culturali da difendere perché a rischio di estinzione. Già, siamo a questo punto. Le nostre città sono così omologate ormai da dover essere arrivati a difendere un orologiaio come fosse un panda.

Conosco bene alcune delle botteghe storiche di Milano. Le ho frequentate, ci entro quando mi capita e le consiglio. Per ora ve ne racconto dieci, molto diverse fra loro e tutte con una bella storia alle spalle. Ma, attenzion, non si tratta di luoghi modaioli o di tendenza, ma di posti straoirdinariamente normali. Per questo valgono tanto!

Botteghe storiche di Milano1- Antica Osteria del Ronchettino Dagli anni Trenta, quando è nata, il menu arriva in tavola sempre nello stesso modo, scritto a mano sui quaderni che un tempo si usavano nella scuola elementare. Il cortilleto è la zona che preferisco, ma in inverno, l’interno è un tuffo nella storia. Qui si mangiano il risotto alla milanese, l’ossobuco, le polpette al sugo, i rustin negàa con il pure di patate, la cotoletta alla milanese e il riso al salto. Via Lelio Basso 9 – 02.82.62.762

Botteghe storiche di Milano2- La bottega del gelato Cardelli. Negli anni Sessanta era solo una latteria, ma nel 1970 il gelato era così buono da vincere il premio nazionale “Gelato di qualità”. L’arte si tramanda di padre in figlio e ancora oggi il gelato che si mangia qui è considerato uno dei migliori d’Italia. Eccellenti i sorbetti, da sempre, il punto di forza del locale. Via Pergolesi 3

3- L’ortolano di Paolo Sarpi. Entrare qui è come fare un tuffo nei colori e nei profumi. Le pareti e praticamente anche il pavimento sono ricoperte da ceste di frutta e verdura. Siamo nel quartiere Isola, in piena Chinatown e, nonostante questo, la tradizione è resistita. È così dal 1934. Via Messina, 1

4- Pasta fresca e granaglie. Dal 1931 questo negozio vende pasta fatta in casa. I ravioli possono essere di tantissimi tipi diversi: borragine, parmigiana, zucca, salmone, carciofi, a seconda della stagione. La specialità della casa è il pesto, tanto che il negozio è stato anche oggetto di una segnalazione di Le Figarò! Via Ponte Seveso 19.

Botteghe storiche di Milano5- Baby Stella. Qui hanno comprato vestiti per bambini quasi tre generazioni di genitori. Dal 1962 il negozio è gestito dalle donne della stessa famiglia che, con la stessa dedizione, vestono bimbi e neonati! E anxhe io non ho potuto resistere all’acquisto di un paio di vestiti belli da impazzire! Piazzale Lagosta 10

6- Il Baretto. Negli anni Sessanta, quando nacque, era frequentato da Eugenio Montale che, abitando lì vicino, spesso di concedeva un buon Martini. Oggi si è trasferito in Via Senato

7- Silvia Merceria. Che fascino le mercerie…puoi trovarci qualunque cosa! Questa è nata nel 1924 ed è ancora arredata con l’ultimo mobilio cambiato negli anni Cinquanta. Via Gaudenzio Ferrari

Botteghe storiche di Milano8- Pasticceria Moriondo. Qui è tutto squisito, ma una cosa non si può perdere: l’amaretto morbido firmato Moriondo che ha allietato le merende di generazioni di bambini e genitori. Dal 1909, quando Francesco Moriondo era economo e pasticcere a casa Savoia. Via Marghera 10

9- Miranda. Una barberia come una volta, il luogo in cui anche gli uomini, dal 1951 raccontano le proprie vite. Sulle poltrone di questa barberia si sono accomodati per anni Claudio Lippi e Diego Abatantuono. Via Lorenteggio

10- La Musicale. La liuteria è stata fondata nel 1964 da Giuseppe Guerrini, figlio di produttori di fisarmoniche. Nel negozio si trovano strumenti in legno collezionati girando ogni angolo del mondo. Via Procaccini 63

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi