Consigli e ricette contro lo spreco alimentare

Il 40% dello spreco avviene nell’ambiente domestico.
Se da una parte questo dato è sicuramente allarmante, dall’altra significa che come consumatori abbiamo una grande responsabilità e una concreta possibilità di risolvere quasi metà del problema.

In questi ultimi anni la lotta allo spreco alimentare è all’ordine del giorno. Si inserisce infatti nel tema più ampio della salvaguardia dell’ambiente che è, purtroppo, diventato una delle priorità di questi tempi. Quante volte ci capita di avanzare cibo in cucina o dimenticare qualcosa in frigo e doverlo buttare perché scaduto? È fondamentale che ognuno di noi contribuisca nel suo piccolo a questa grande battaglia e si impegni nella riduzione di sprechi alimentari con ogni piccolo gesto. Vediamo quindi qualche consiglio per combattere il food waste e delle ricette antispreco

consigli-ricette-contro-spreco-alimentare

Lo spreco alimentare

Lo spreco alimentare è diventato uno dei problemi più imponenti a cui ci troviamo a far fronte. 

Secondo i dati del WWF del 2021 più di un terzo del cibo prodotto per consumo umano in tutto il mondo ogni anno viene perso o sprecato, l’equivalente di circa 2.5 miliardi di tonnellate. In anno sono 79 tonnellate di cibo sprecato al secondo. Quando il cibo viene perso o sprecato, tutte le risorse che sono state utilizzate per produrre questo cibo – inclusi acqua, terra, energia, lavoro e capitale – vanno sprecate.

Lo spreco alimentare avviene lungo tutta la filiera, dalla fase di produzione a quella di distribuzione, ma il 40% dello spreco avviene nell’ambiente domestico. Se da una parte questo dato è sicuramente allarmante, dall’altra significa che come consumatori abbiamo una grande responsabilità e una concreta possibilità di risolvere quasi metà del problema.

Consigli per ridurre lo spreco di cibo

Ci vuole davvero poco per diminuire la quantità di cibo che sprechiamo. Bastano qualche attenzione in più e qualche piccola modifica delle nostre abitudini. Ecco cinque consigli e buone abitudini da adottare:

  1. Fare la lista della spesa e acquistare solo il minimo indispensabile.
  2. Tenere sempre in ordine il frigorifero, controllando spesso le date di scadenza e mettendo davanti ciò che dev’essere consumato per primo.
  3. Conservare gli avanzi di cibi preparati in frigorifero o, ancora meglio, in congelatore.
  4. Utilizzare tutte le parti commestibili del prodotto che si sta per cucinare.
  5. Trasformare gli scarti e avanzi in nuove ricette.
pasta-al-forno-bianca-ricette-avanzi

Come recuperare gli avanzi in ricette antispreco

Il modo più gustoso per non sprecare cibo è riconvertirlo in altre ricette. Con un po’ di fantasia qualsiasi avanzo può diventare l’ingredienti per un altro piatto, ancora più ricco e gustoso. 

Tra gli alimenti che vengono più spesso gettati nella spazzatura ci sono sicuramente frutta e verdura, complice anche la loro alta deperibilità. Se non siete sicuri di consumarle a breve, potete cuocerle e congelarle in modo da non avere problemi di conservazione. Gli scarti delle verdure possono essere invece essere tenuti da parte e trasformati ad esempio in minestre, zuppe e brodi.

Se avete cucinato troppa pasta asciutta o avete esagerato con il riso per il risotto, conservate gli avanzi e trasformateli in una frittata di pasta, in un riso al salto o in polpette di riso.

E se avanza della carne? Durante le feste succede spessissimo purtroppo. Ma niente paura. Lesso e bollito sono perfetti come ingredienti per gustose polpette, l’arrosto e il brasato possono diventare il ripieno per degli sfiziosi ravioli. Ci sono poi frittate, pasticci, torte salate e paste pasticciate che si prestano molto bene come piatti anti spreco. 

Vi lasciamo con qualche altra ricetta antispreco che trovate qui, in attesa di scoprire quali sono i vostri trucchi contro il food waste.

0/5 (0 Recensioni)
Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Lascia un commento

Top