Idee per il weekend: cosa mangiare a Cremona e cosa vedere in città

Città del Torrazzo, dei violini, del gran bollito e del torrone: Cremona vale assolutamente uno dei tuoi weekend autunnali. La città lombarda è ricca di stimoli sia dal punto di vista storico-artistico che da quello enogastronomico. Scopriamo insieme cosa vedere e, soprattutto cosa mangiare a Cremona. Perché da questa città è difficile tornare a stomaco vuoto, molto difficile.

cremona cosa vedere

Idee per il weekend: cosa vedere a Cremona

Cominciamo la visita dal cuore della città, Piazza del Comune. È una delle piazze più belle e suggestive d’Italia. Qui si affacciano infatti meraviglie come il Torrazzo, uno dei simboli di Cremona, che domina la città dall’alto: è la torre campanaria in mattoni più alta d’Italia. Ma in piazza del Comune puoi ammirare anche il Duomo (la Chiesa di Santa Maria Assunta) con i suoi differenti stili architettonici e il Battistero. Sempre qui, si trova uno degli edifici più antichi di Cremona: la Loggia dei Militi.  

Camminando per il centro storico di Cremona si scoprono poi numerose botteghe artigiane davvero molto carine, che caratterizzano i vicoli della città. Non dimentichiamo infatti che Cremona è la capitale internazionale della liuteria: il centro principale al mondo per la costruzione di strumenti ad arco e corde. Qui da tempo prendono vita i migliori violini al mondo 

Merita sicuramente una visita il Museo del Violino, che celebre questa eccellenza locale. Un modo per scoprire e visitare la bottega del liutaio, ammirare i reperti stradivariani e le preziose collezioni dei grandi maestri. 

Chi ama l’arte come me, in un weekend a Cremona deve fare assolutamente tappa alla Pinacoteca del Museo civico Ala Ponzone per vedere da vicino, in tutta la sua bellezza, il San Francesco in meditazione di Caravaggio 

Arte, architettura, cultura… ma poi viene fame. E da questo punto di vista, a Cremona c’è l’imbarazzo della scelta.

cremona cosa vedere museo del violino

Idee per il weekend: cosa mangiare a Cremona

Ricette tramandate da generazioni e sapori decisi. La cucina tipica cremonese ha carattere e tradizione molto forti. Quindi non avrai problemi a trovare qualcosa di buono da mangiare a Cremona. A cominciare da salumi e formaggi. Che si tratti di un antipasto al ristorante o di una tappa in una delle gastronomie cittadine, non si può non provare un tagliere con Salame Cremona accompagnato da Grana Padano, Provolone Valpadana, Quartirolo Lombardo e Salva Cremasco. I formaggi si sposano poi perfettamente con miele e confetture locali. Ma soprattutto con un’altra grande specialità di Cremona: la mostarda, gustosa miscela di frutta candita e sciroppo con aggiunta d’olio essenziale di senape.

Anche per quanto riguarda i primi, c’è l’imbarazzo della scelta. Sicuramente meritano i tortelli di zucca con burro e salvia, ma assolutamente imperdibili sono i marubini, piatto simbolo della città lombarda. Si tratta di una pasta ripiena locale, che viene preparata ai tre brodi riuniti (manzo, gallina e salame da pentola) e accompagnata con formaggio grana.

Gran bollito cremonese cosa mangiare a cremona

Nei secondi spicca la carne. A cena ordina il gran bollito cremonese, che da tradizione va preparato con almeno cinque tagli diversi di carne. Nello specifico: carni lessate di manzo, vitello e gallina (oppure maiale) con l’aggiunta di testina e lingua di vitello e salame da pentola. In abbinamento purè di patate, verdure cotte e salsa verde. Quest’ultima si prepara con prezzemolo, peperone rosso, aglio, salsa di pomodoro e aceto. In alternativa, il gran bollito cremonese (leggi qui per saperne di più) si accompagna perfettamente anche con l’immancabile mostarda. Un altro secondo piatto della tradizione è il cotechino cremonese con polenta o lenticchie.

Primi e secondi piatti tipici che si gustano ancora meglio se accanto ci mettiamo una buona bottiglia di vino rosso, magari vivace. La soluzione migliore? Dell’ottima Bonarda dell’Oltrepò.

E infine, tra i dolci troviamo un altro dei simboli della città: il torrone cremonese. Vera e propria squisitezza locale, il torrone prende il nome dalla forma: è modellato infatti per riprodurre la sagoma del Torrazzo, che in passato era chiamato Torrione. L’impasto classico e compatto di mandorle, miele e bianco d’uovo negli anni è stato arricchito anche con altri aromi. Oltre al fatto che alla versione tradizionale di torrone duro ne è stata affiancata un’altra morbida. Ogni anno a novembre c’è la storica festa dedicata al torrone, ma qualunque sia il periodo in cui vai a Cremona, una sosta in pasticceria è obbligatoria!

torrone cosa mangiare a cremona

Idee per il weekend: dove mangiare a Cremona

Ristoranti, trattorie e osterie dove si mangia la cucina tradizionale cremonese e
Ecco alcuni consigli su dove mangiare a Cremona e dintorni.

  • Ristorante Il Violino
    Ottimo tutto, il piatto speciale è il risotto con zucca mostarda e amaretto.
  • Trattoria Cerri
    Cucina tradizionale da generazioni: come mangiare a casa della nonna.
  • Osteria Pane e Salame
    Buona e sfiziosa, come suggerisce il nome. E buon vino da accompagnare.
  • Trattoria La Bassa
    Marubini, risotti, carne: c’è davvero l’imbarazzo della scelta.
  • Osteria Il Cavatappi
    Il piatto da ordinare: gli gnocchi di zucca mantovana con il salame da pentola.

Qui sotto la mappa per il tuo weekend a Cremona. Buon viaggio e buon appetito!

Simone Pazzano
Curioso prima di tutto, poi giornalista e blogger. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni sua forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi