La cucina trentina e i piatti tipici del Trentino Alto Adige

La cucina trentina presenta una tradizione culinaria frutto delle influenze delle regioni vicine e composta da specialità simili a quelle venete e austriache. Le caratteristiche geografiche del territorio, quasi interamente montuoso, si riflettono sui piatti tipici, che si caratterizzano per la presenza di ingredienti semplici, contadini e spesso di recupero, come patate, pane raffermo e erbe. Tra i prodotti tipici trentini si trovano molti salumi, primo tra tutti lo speck, formaggi di malga, vini e le mele. 

piatti-tipici-trentino-alto-adige

Primi piatti tipici trentini

I primi piatti tipici di questa regione sono generalmente corposi e caldi, ideali per riscaldarsi e riprendere le forze anche durante il lavoro e gli inverni più rigidi. Spiccano le minestre, tra tutte la “minestra d’orzo”, i canederli e gli spatzle, conosciuti anche come gli gnocchi dei trentini

I Canederli

I canederli si presentano come grosse polpette a base di pane raffermo. La ricetta classica vuole che l’impasto venga preparato con pane raffermo, latte, uova, speck, formaggio, farina e prezzemolo ma ne esistono tantissime varianti (agli spinaci, all’ortica, con formaggi vari…). Hanno una consistenza densa ma morbida e ne bastano tre o quattro per sentirsi soddisfatti. Una volta cotti i canederli vengono serviti in brodo o con una salsina di burro fuso, fontina e timo fresco.

Spatzle

Gli spatzle sono piccoli gnocchetti irregolari a base di farina, latte e uova. Si preparano grazie a un attrezzo chiamato spätzlehobel, sistemato sopra la pentola per fare in modo che cadano direttamente nell’acqua bollente. Possono essere bianchi, verdi (con aggiunta di spinaci) o anche rossi (con la barbabietola), e accompagnati da diversi condimenti, come ragù, panna e prosciutto o burro e salvia. 

Secondi piatti trentini

Nelle ricette trentine dei secondi piatti si nota molto bene l’influenza delle regioni limitrofe. Tra questi ci sono infatti il gulasch, la Wiener Schnitzel, spesso accompagnate dalla polenta e dai crauti. 

La Wiener Schnitzel

La Wiener Schnitzel o cotoletta alla viennese consiste in una sottile fetta di vitello impanata e fritta nello strutto. Non è da confondere con la cotoletta alla milanese che viene preparata con il carrè attaccato all’osso e una doppia panatura, a differenza della viennese che viene preparata con le fettine di fesa e una panatura singola e più leggera.

Gulash

Di origini ungheresi, il gulasch è un piatto molto diffuso anche in Trentino-Alto-Adige: un fumante stufato a base di carne bovina, patate, cipolle, pomodori, peperoni e spezie, tra cui l’immancabile paprika, perfetto per riscaldarsi durante i mesi freddi.

La polenta della Val Pusteria

Tipico alimento delle zone montane, tra le ricette trentine non poteva mancare la polenta nelle sue diverse versioni. In Trentino-Alto Adige esiste anche una versione di polenta molto particolare: la la polenta della Val Pusteria. Si realizza preparando la polenta con la farina di grano saraceno per poi servirla, al termine della cottura, condita con acciughe dissalate e formaggio Montasio.

Arrosto alla pusterese

Tipico della Val Pusteria è anche l’arrosto alla pusterese, ideale per l’inverno perché preparato con un taglio di carne più grasso e saporito e servito con i crauti.

Per un secondo piatto dai sapori trentini provate anche il Filetto di vitello di Claudio Sadler con salsa ai funghi, crauti, rosti di patate e spuma di speck.

Mele, simbolo della cucina tipica trentina

Tra le eccellenze del Trentino-Alto Adige un posto d’onore è occupato dalle mele. Le particolari condizioni climatiche sudtirolesi sono ottimali per la produzione di questo frutto. L’esposizione al sole per gran parte dell’anno e la protezione dal freddo e dai venti da parte delle Alpi permettono di ottenere una grande abbondanza di frutti dal sapore intenso. Le mele vengono coltivate soprattutto nella Val di Non e nella Val di Sole.

cucina-tipica-trentina-strudel-mele

Questo frutto si ritrova quindi in abbondanza nelle ricette di cucina trentina sia dolci, primo fra tutti lo Strudel, che salate, come l’arrosto di vitello con le mele o la pasta con vitello e mele.

Continuate il viaggio tra le cucine tipiche regionali in:

0/5 (0 Recensioni)
Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Lascia un commento

Top