Fettine di vitello: 5 idee per trasformarle in involtini

Le fettine di vitello sono una grande risorsa in cucina: gustose e versatili si trasformano in poco tempo in tante buone ricette. Possono essere ricavate da tagli diversi e cucinate in molti modi, da quelli più semplici a quelli più ricercati. Tra i più irresistibili ci sono sicuramente gli involtini: sfiziosi rotolini di carne ripiena che sprigionano sapore a ogni morso. 

Vediamo quale carne scegliere per preparare le fettine e 5 idee imperdibili per trasformarle in involtini di vitello.

fettine-di-vitello-alla-pizzaiola

Fettine di vitello: che taglio scegliere

Come dicevamo, per ottenere delle morbide e gustose fettine di vitello ci sono diversi tagli dell’animale che potete utilizzare. Molto dipende anche dalla ricetta che volete preparare.

Uno dei tagli da cui più spesso vengono ricavate è la fesa, un taglio muscolare della parte interna della coscia. Tra i più magri e teneri del vitello, ricco di proteine, leggero e digeribile, è anche uno di quelli che più vi consigliamo per preparare gli involtini. 

In alternativa potete optare per la noce, la sottofesa o lo scamone, tagli molto pregiati che si trovano sempre nella coscia, vicino alla fesa. Hanno carni tenere e gustose, ideali per cotture rapide come quella degli involtini. 

Un altro taglio d’eccellenza per preparare delle ottime fettine di vitello, qualsiasi sia la ricetta che avete scelto, è senza dubbio il girello o magatello. Viene ricavato dalla parte posteriore della coscia e si tratta di una carne molto magra.

Infine, più per fettine in padella che per gli involtini, anche la lombata è un’ottima alternativa. Si trova nel quarto posteriore dell’animale e viene ricavata dal carrè di vitello, eliminando l’osso e ripulendola da grasso e cartilagini.

Qualsiasi sia il taglio che scegliete è bene però tenere presente che per preparare degli involtini di vitello a regola d’arte avrete bisogno che le fettine siano sottili, senza osso e con meno nervatura possibile.

Per approfondire leggete anche:

Come cucinare le fettine di vitello

Cuocere le fettine di vitello è davvero semplice e veloce. Per farlo potete adottare diverse tecniche:

  • Cottura alla griglia, per delle morbide bistecche. Non dovrete fare altro che scaldare bene la griglia e cuocere la carne su ogni lato con un filo d’olio per qualche minuto.
  • In padella,il metodo più versatile. Questa è la cottura ideale per gli involtini ma anche per le fettine al limone, alla pizzaiola o ai funghi.
  • Cottura in forno, per una preparazione senza pensieri. Aggiungete in una pirofila le fettine e gli ingredienti con cui volete insaporirle e cuocete per una ventina di minuti circa. 
  • Al microonde, per chi ha davvero pochissimo tempo. Mettete le fettine in un contenitore con un po’ d’olio e copritelo in modo che il vapore rimanga all’interno. Poi cuocete per 3 minuti a potenza medio alta. A questo punto versate un mestolo di brodo o mezzo bicchiere di vino, condite con sale e pepe, rimettete il coperchio e infornate di nuovo per 15 minuti a potenza media.

Per rendere più sfiziosa la vostra fettina di vitello potete marinarla con vino, aceto, birra o aromi vari. Scegliete gli aromi che più vi piacciono e lasciate riposare la carne per qualche ora in frigorifero, poi asciugatela e procedete con la cottura desiderata. Scoprite qui 10 idee facili per la marinatura della carne

Le fettine si prestano poi ad essere panate. Vi basterà passarle prima nell’uovo sbattuto, poi nel pangrattato e infine friggerle in abbondante olio di semi. Anche in questo caso potete sbizzarrirvi con la fantasia e aromatizzare il pangrattato con erbe, spezie o formaggio stagionato per ottenere piatti sempre diversi. 

involtini-di-vitello-fettine

Come preparare gli involtini con le fettine

Una volta scelto il taglio di carne da cui ottenere le fettine, tre sono le cose a cui fare attenzione per ottenere dei buoni involtini: la temperatura della carne, lo spessore delle fettine e il tempo di cottura.

Per prima cosa è importante che la temperatura della carne sia ambiente al momento della cottura. Tirate quindi fuori la carne dal frigo o dal freezer con anticipo. In questo modo le fibre non saranno contratte e la fettina risulterà più tenera con una cottura omogenea.

Per una buona cottura dell’involtino lo spessore delle fettine deve essere poco e omogeneo. Il nostro consiglio è di batterle delicatamente con un batticarne mettendole tra due fogli di carta da forno. Inoltre, per non farle arricciare, incidetele delicatamente sul bordo esterno con la punta di un coltello.

Di solito la cottura degli involtini avviene in padella con un filo d’olio o una noce di burro. Quando sarà ben calda aggiungete gli involtini e per prima cosa cuoceteli dal lato sella chiusura per sigillarli, cosicché il ripieno non fuoriesca. Girateli spesso e non lasciateli cuocere troppo. Potete abbassare la fiamma e coprire la padella con un coperchio per essere sicuri di non bruciare la carne. 

Non perdetevi anche L’Enciclopedia completa degli involtini ripieni.

5 ricette di involtini di vitello

Le fettine di vitello non ha per voi più nessun segreto. Per trasformarle in involtini non resta che scegliere gli ingredienti per il ripieno. Largo alla fantasia! Potete optare per un classico ripieno di salumi e formaggi o aggiungere dell’insalata, come rucola o radicchio, della verdura stufata, del pangrattato, delle alici e chi più ne ha più ne metta. Se cercate qualche idea, ecco 5 suggerimenti per involtini di vitello da non perdere.

Fettine di vitello ‘mbuttunate

Se siete originari del Sud Italia di sicuro conoscerete i peperoni ‘mbuttunati (imbottiti). Se invece non avete mai avuto la fortuna di assaggiarli sappiate che è uno dei modi più saporiti per mangiare questa verdura. Tutta questa premessa per dire che dovete assolutamente provare queste fettine di vitello imbottite con peperoni, pane, olive e alici, ispirate a questa specialità. 

Trovate qui la ricetta.

fettine di vitello imbottite

Involtini di vitello in crosta di pistacchi e pancetta

In questa ricetta le fettine di fesa di vitello avvolgono un ripieno di pancetta, formaggio spalmabile e granella di pistacchi. Queste piccole creazioni si mangiano anche con gli occhi e l’assaggio non delude: sono tanto belle quanto buone. 

Per provarle: ricetta involtini in crosta di pistacchi e pancetta.

involtini-di-vitello-e-pistacchi

Involtini con prosciutto crudo e fichi

Per l’estate questa è la ricetta perfetta. Questi involtini con fichi e prosciutto crudo sono un esempio di come la tradizione offra spunti per abbinamenti creativi e insoliti. I fichi addolciscono la sapidità del prosciutto cotto e entrano in equilibro con il gusto delicato della carne di vitello. Inoltre, il fondo di cottura al vino rosso crea un ulteriore contrasto e rende ancora più deciso questo piatto. Cosa aspettate a prepararli? La ricetta è questa qui.

Involtini di vitello fichi e prosciutto

Involtini di carne al cartoccio con zucchine gialle e cardamomo

Per chi ama sperimentare e ricerca piatti dai sapori sempre ricchi e diversi, ecco gli involtini di vitello ripieni di zucchine gialle e patate, accompagnati da crema di zucca e salsa al cardamomo. Un piatto davvero equilibrato che unisce alle proteine della carne i carboidrati delle patate e verdure in quantità.

Ci insegna a prepararli lo chef Nicola Batavia con questa ricetta.

involtini-carne-cartoccio-batavia

Involtini di vitello con rucola e Grana Padano

Per finire, una ricetta saporita ma veloce e molto leggera. Rucola e grana sono da sempre grandi amici della leggerezza, e di solito vengono abbinati al sapore naturalmente sapido della bresaola. In questa ricetta invece il tris della tradizione viene rivisitata e trasformata in involtini di carne. Da provare assolutamente.

ricetta-light-veloce
0/5 (0 Recensioni)
Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Lascia un commento

Top