Il Natale a Venezia, indirizzi golosi e tradizioni da assaporare

albero piazza san marco Venezia

 

Che magia il Natale a Venezia: il periodo delle Feste è un pretesto in più per regalarsi un Viaggio nella Serenissima, che diventa ancora più romantica sotto le feste. Lucine natalizie che si riflettono sui canali, gondole e alberi illuminati, la raffinata gastronomia veneziana e i sapori autentici dei bacari locali, i riti immancabili, i mercatini natalizi, i piatti della tradizione e gli appuntamenti del calendario.  Venezia si veste da gran sera, si fa ammirare a passeggio per calli e campielli. Scoprire la sua veste natalizia è anche scoprire una sua parte antica, legata alle tradizioni venete, i suoi riti e i suoi luoghi della tradizione.

Venezia a Natale: ecco come innamorarsi perdutamente, di nuovo, e definitivamente, della città lagunare.

L’albero di Natale tradizionale…e il più “chiacchierato”

E’ quello che ti fa guardare in alto a bocca aperta, che illumina la notte veneziana. In piazza San Marco, il cuore di Venezia, è alto circa 14 metri e illuminato da oltre 3600 led. Non è l’unico albero di Natale, ce ne sono altri in città, ma è il più antico, il più tradizionale, quello che diventa la prima tappa di una passeggiata nel periodo natalizio a Venezia. Un albero gemello a quello di piazza San Marco è acceso davanti alla Basilica della Madonna della Salute nell’ambito delle iniziative di My Christmas Venice. C’è poi un altro albero di Natale, l’albero-gondola di Marco Lodola, un incrocio di tubi colorati. L’opera d’arte accoglie i visitatori appena usciti dalla stazione e sta facendo molto discutere, tra chi la apprezza e chi la trova poco consona allo stile veneziano.

Il tocco sfizioso

mozzarella in carrozza
La mozzarella in carrozza alla Rosticceria Gilson
(foto di Veneziaeventi.com)

Un tour a Venezia per Natale può anche essere l’occasione giusta per le spese prenatalizie e i regali. Per gli amici gourmet tappa obbligatoria per spese golose è la Rosticeria Gislon, in Calle de la Bissa 5424, Campo San Bartolomeo. Considerata tra le migliori gastronomie d’Italia, da non perdere la sua mozzarella in carrozza e la crema fritta, o le specialità per il menu di Natale. Qualità ottima e prezzi onesti, alla faccia di chi considera Venezia sempre e comunque cara (ma d’altronde se girate per bacari veneziani sapete già molto bene che non è così).

Il prodotto tipico

pinza venezia

Se sei in giro per Venezia e dintorni sappi che il periodo natalizio fino all’Epifania è il momento giusto per provare la pinza, un dolce tipico veneto della tradizione contadina. Un dolce povero che non manca mai nella tavola delle Feste e che diventa protagonista durante il brindisi del panevìn o panaìn (da pan e vin “pane e vino”, in segno di augurio per un anno di abbondanza) del Falò di inizio anno. Un dolce povero fatto con pane raffermo e pochi altri ingredienti che diventa un autentico assaggio di antica cultura contadina. Prova quella di Nobile Pasticceria in Venezia (Cannaregio 1818). Da assaggiare e da donare.

Il mercatino natalizio

In laguna, invece, in Strada Nuova tra il Campo di San Felice e Campo dei Santi Apostoli, è in scena la “Fiera di Natale di Venezia”: un mercatino di Natale classico lo trovate a Mestre, nella centrale Piazza Ferretto, con tante bancarelle che offrono prodotti tipici, idee regalo, abbigliamento e accessori e moltissime specialità gastronomiche.

Natale goloso: dove mangiare

al vecio fritolin

Il ristorante. Tre indirizzi da non perdere per chi è a caccia di sfiziosità gastronomiche anche a Natale. Per gli amanti del buon cibo veneziano, l’indirizzo è il ristorante Vecio Fritolin di Irina Freguia, in Calle della Regina 2262, con chef Pierluigi Lovisa alla guida della cucina e il giovane Raffaele Minute ai dessert. Il posto giusto per gustare piatti tipici della tradizione veneziana, come il fegato alla veneziana , baccalà, e molto altro, abbinati a cucina di alto livello.

La pasticceria. tappa obbligatoria a due passi dalla stazione alla Pasticceria Dal Mas (Rio Terà Lista di Spagna, 150), vera “capitale” dei dolci. Sia quelli più famosi che tipici veneziani. Da non perdere il reparto cioccolateria, un fiore all’occhiello della struttura.

La cucina kosher. Anche la cucina kosher è una tipicità veneziana. Questo perchè il capoluogo veneto ospita uno dei quartieri ebraici italiani più antichi. Ci sono locali e ristoranti che servono cucina kosher. Uno di questi è il ristorante Ghimel Garden Kosher (Cannaregio, 2873/c) che nel periodo natalizio fino al 1 gennaio porta avanti un’iniziativa interessante per chi vuole conoscere la cucina ebraica: si tratta del brunch kosher, tutte le domeniche  dalle 12.30 alle 15 anche in pieno periodo natalizio. Perchè anche questo è Venezia.

Al.Fa
Giornalista e blogger. Scrivo di viaggi ed enogastronomia. Mi piace raccontare il legame che unisce cibo e territorio. L'assaggio di un prodotto tipico può raccontare molto di un luogo in cui nasce, più di una guida turistica a volte!
http://www.vaquelpaese.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi