Anche a Brescia si chiamano casoncelli, ma come si fanno?

Eh sì, i casoncelli alla bresciana esistono e non abbiamo paura di farli. Dopo avervi a lungo parlato dei casoncelli bergamaschi, della loro storia e avervi svelato la ricetta originale a base di arrosto di vitello, era un nostro dovere morale lasciare spazio anche ai deliziosi casoncelli alla bresciana e a una faida golosa che non ha niente da invidiare a quella di guelfi e ghibellini. Va da sè che ogni ricetta tradizionale porta con sè storie travagliate di paternità contese e la ricetta dei casoncelli non si fa certo da parte. Vediamo insieme come si preparano i casoncelli alla bresciana e che differenza c’è con i casoncelli bergamaschi.

casoncelli alla bresciana

Leggi anche:

Dove mangiare i casoncelli più buoni di Bergamo

Ossobuco alla milanese

Come fare il fegato alla veneziana

Come sono i casoncelli alla bresciana

Innanzitutto partiamo dalle basi: che cosa sono i casoncelli? I casoncelli sono una variante del raviolo che si prepara praticamente in tutto il nord Italia. Hanno una forma a mezzaluna, un ripieno molto goloso e un condimento che contempla quantità serie di burro. In dialetto si chiamano “casonsèi” e la loro è una tradizione molto antica. I primi documenti che parlano di casoncelli, alla bresciana naturalmente, risalgono al XV secolo e ancora oggi vengono preparati come piatto della tradizione dalle famiglie bresciane durante il pranzo della domenica.

Casoncelli alla bresciana e casoncelli bergamaschi: le differenze

Si chiamano entrambi casoncelli ma quali sono le differenze tra i casoncelli alla bresciana e i casoncelli bergamaschi? Partiamo da cos’hanno in comune: certamente la forma. Entrambi i casoncelli hanno una forma a mezzaluna, che si dice dia il nome a questa pasta ripiena. Infatti pare che la parola casoncello derivi da “cassone”, che richiama la forma del raviolo lombardo. A differenza dei casoncelli bergamaschi, famosi per avere una pasta spessa, il casoncello bresciano ha una pasta sottile che tende a mettere in risalto il ripieno. Ed è proprio nel ripieno che sta la grande differenza con i casoncelli bergamaschi. Il ripieno dei casoncelli alla bresciana è un ripieno molto semplice e delicato a base di pane secco, burro e Grana Padano. Il ripieno dei casoncelli bergamaschi è più ricco e ha tra i suoi ingredienti carne di vitello e formaggio. Un’altra differenza fondamentale tra i due casoncelli è il condimento: mentre a Bergamo i casoncelli si condiscono anche con la pancetta croccante, i casoncelli bresciani vengono conditi con abbondante burro, burro di qualità mi raccomando, Grana Padano e salvia.

casoncelli alla bresciana

Le varianti dei casoncelli alla bresciana

Potevano i casoncelli bresciani avere una sola versione? Giammai. Abbiamo detto prima che i tipici casoncelli bresciani hanno un ripieno molto semplice a base di pane grattugiato, grana padano e burro. Tra i casoncelli più famosi però ci sono i casoncelli di Longhena e di Barbariga. Qui il ripieno è sicuramente più ricco perchè a base sempre di Grana Padano e pangrattato ma con un aggiunta di prosciutto cotto, erbette, brodo di carne e noce moscata. Molto simile alla ricetta dei casoncelli alla bergamasca, che però hanno un ripieno di carne cotta, in particolare di arrosto di vitello. Anche in Val Camonica i casoncelli bresciani fanno storia a sè. Qui addirittura il ripieno prevede l’uso di carne e di verdure. Anche se il condimento rimane sempre lo stesso: burro, salvia e una pioggia di Grana Padano.

Che vino abbinare ai casoncelli

Adesso che sappiamo come sono i casoncelli alla bresciana, dobbiamo pensare al vino con cui vogliamo servirli. La cosa più semplice per rimanere sul tema “tradizione” è abbinare ai casoncelli bresciani un vino del territorio. E qui il territorio non scherza in tema vino. Partiamo subito da un Franciacorta DOCG, sia Brut che Extra Brut. Un vino elegante e intenso che si presta molto bene ad accompagnare un piatto semplice ma con sapori complessi come i casoncelli alla bresciana. Le bollicine poi si prestano molto bene a sciacquare il palato dall’elemento grasso del burro in modo da rendere tutto ancora più piacevole. Se invece preferite abbinare ai casoncelli un vino rosso, la scelta può cadere tranquillamente su un Cellatica DOC.

Print Recipe
La ricetta dei casoncelli alla bresciana
casoncelli alla bresciana
Voti: 2
Valutazione: 4.5
You:
Rate this recipe!
Piatto Primo piatto
Cucina Italiana, Lombarda
Tempo di preparazione 2 ore
Tempo di cottura 10 minuti
Porzioni
persone
Piatto Primo piatto
Cucina Italiana, Lombarda
Tempo di preparazione 2 ore
Tempo di cottura 10 minuti
Porzioni
persone
casoncelli alla bresciana
Voti: 2
Valutazione: 4.5
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Versate la farina a fontana sul piano di lavoro. In una ciotola sbattete le uova insieme al sale. Versare le uova al centro della fontana di farina.
  2. Mescolate con una forchetta incorporando lentamente gli ingredienti. Poi passate alle mani. Dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per almeno 2 ore.
  3. In una padella fate soffriggere il burro con l’aglio schiacciato. Unire il prezzemolo tritato e subito dopo il pane grattugiato, il Grana Padano
  4. grattugiato, sale, pepe e noce moscata.
  5. Versate nella casseruola il brodo di carne di vitello e mescolate per avere come risultato un ripieno morbido e compatto.
  6. Tirate fuori dal frigorifero la pasta fresca e tiratela sottile. Potete fare quest'operazione sia con la macchina per la pasta sia con il matterello.
  7. Tagliate la sfoglia in quadrati regolari di circa 6x6cm e poi farcite con il ripieno che avete preparato. I casoncelli andranno sigillati bene passando dell'acqua sul bordo della pasta in modo da impedire al ripieno di fuoriuscire. Fate attenzione a non lasciare bolle d'aria.
  8. Fate cuocere i casoncelli in acqua bollente salata.
  9. Intanto in un padellino lasciate sciogliere il burro, unite la salvia e fateli imbrunire a fiamma bassa.
  10. Scolate i casoncelli direttamente in padella con burro e salvia e lasciate che prendano tutto l'aroma.
  11. Finite con il formaggio grattugiato.
Condividi questa Ricetta
Francesca Sponchia
Collezionista di grassi saturi e attivista per i diritti civili del burro. Rabdomante di piatti perfetti nei menu' dei ristoranti, nel tempo libero mangio ravioli crudi.

Potrebbero interessarti anche...

One thought on “Anche a Brescia si chiamano casoncelli, ma come si fanno?

  1. Ciao, buona spiegazione sui casoncelli bresciani. Ti segnalo che nel bresciano, nella zona di pianura detta “bassa bresciana” si preparano anche con la zucca. A Castel Goffredo invece, si prepara il tortello amaro a base di particolari erbe amare, il quale ha anche la denominazione De.Co.

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi