Involtini di fesa di vitello con taccole, di chef Nicola Batavia
L’involtino se ne va per mare a bordo di una melanzana grigliata, che affonderà non v’è dubbio. Bisogna solo vedere per mano di chi. A prepararlo è stato lo chef Nicola Batavia, che potete trovare in una cucina di due ristoranti. Sì, l’indirizzo è lo stesso, la cucina anche, ma i piatti e il concept completamente diversi. Il bistrò The Egg è per chi vuole provare stupire il palato con qualcosa di diverso ma non troppo impengativo. Il ristorante Birichin è per chi vuol mollare gli ormeggi e prendere il largo e navigare verso le meraviglie dell’alta cucina. A bordo di una melanzana.
Porzioni Tempo di preparazione
4persone 20minuti
Tempo di cottura
10minuti
Porzioni Tempo di preparazione
4persone 20minuti
Tempo di cottura
10minuti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Prendi le fettine di fesa di vitello e battile un poco per renderle morbide e sottili
  2. Dopodiché, sbollenta appena le taccole in acqua bollente salata e scolale mettendole in acqua e ghiaccio
  3. A questo punto, componi gli involtini disponendo sulle fettine di fesa le taccole sbianchite e una foglia di cicoria per ciascuna fettina
  4. Aggiungi un filo di olio, cospargi di sale e pepe il tutto, chiudi le fettine a involtino e mettile a cuocere in una padella antiaderente con pochissimo olio ma bella calda, in modo da sigillare sia gli involtini che i pori della carne
  5. Nel frattempo, prendi le melanzane e tagliale a metà per lungo. Per ammorbidirle puoi metterle per qualche secondo in microonde. Poi grigliale o scottarle sulla piastra con tutta la pelle
  6. Una volta cotti gli involtini, tirali via dalla padella e lasciali riposare. Poi aggiungi una noce di burro in quella stessa padella e un mestolo di brodo vegetale, lascia cuocere per qualche secondo e tieni il sughetto che si sarà formato da parte.
  7. Una volta grigliate ben bene le melanzane, impiatta come da foto tagliando gli involtini a rondelline e, come ultimo tocco, versa su carne e melanzane il sughetto.