Involtini con toma brigasca, speck e asparagi
Una proposta davvero sfiziosa quello dello chef stellato Giuseppe Ricchebuono, involtini di vitello con toma brigasca, crema di rapa rossa e asparagi. Il segreto per cuocere gli involtini senza stecchini e senza spago? Sigillare durante la cottura il punto di chiusura dell’involtino.
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Prendi le fettine di vitello e ricava delle forme regolari.
  2. Taglia tanti cubetti di toma quante sono le fettine e spalmane uno su ciascuna fetta. La toma brigasca è un formaggio molto morbido, quindi si riesce a spalmarlo con facilità.
  3. Dopodiché, aggiungi lo speck e mettine una fetta su ciascuna fettina di carne.
  4. A questo punto, crea degli involtini arrotolando semplicemente ogni fettina su se stessa.
  5. Ora, prendi metà degli asparagi, ricavane delle lamelle aiutandoti con un pelapatate e mettile in una ciotola con dell’acqua fresca e ghiaccio. Il freddo del ghiaccio li renderà croccanti.
  6. Adesso, prendi l’altra metà degli asparagi, tagliali in due e mettili a cuocere in padella con un filo di olio extravergine.
  7. La rapa rossa va tagliata e sbucciata e fatta bollire in acqua per mezz’ora. Dopodiché, una volta cotta, va frullata con olio a filo e resa una crema omogenea che accompagnerà l’involtino.
  8. Una volta riscaldata bene una padella con dell’olio extravergine, metti a cuocere gli involtini. Assicurati che la padella sia ben calda, così da sigillare la carne e far sì che gli involtini non si aprano. Mettili dalla parte della chiusura.