L’arrosto di reale di vitello con cipolla caramellata e senape dolce, la ricetta di Natale di Massimo Spallino

Oggi, pensiamo al Natale insieme a Massimo Spallino, chef del ristorante La Vecchia Stazione, di Roana, in Veneto, che per questa ricetta si rivolge a chi, in cucina, non si sente ancora del tutto a proprio agio. L’arrosto di reale di vitello con cipolla caramellata e senape dolce sarà la svolta. Insieme allo chef, scoprirai che non serve essere degli esperti di alta cucina o spendere chissà quanto per fare un arrosto di Natale di tutto rispetto. Così salvi il pranzo di Natale e non svuoti il portafogli, ma usi ingredienti che sono tradizionali, tipici e di altissima qualità lo stesso. E, proprio perchè non vogliamo farci mancare niente, questa è una di quelle ricette con cui risolvi tutti i problemi con tre ingredienti e due tegami. Tradotto: la cucina è salva e tu potrai goderti il pranzo più impegnativo dell’anno senza impazzire in cucina mentre la festa si svolge in salotto.

L'arrosto di reale di vitello con cipolla caramellata e senape dolce, la ricetta di Natale di Massimo Spallino

Una ricetta economica

Uno non lo dice tanto per dire. Questa ricetta è davvero economica. Gli ingredienti principali sono tre: la carne di vitello, la senape e le cipolle da fare caramellate. Ora, la carne di vitello, a seconda dei tagli, può arrivare a costare davvero tanto. Ma questo non è il caso. Con circa 20 Euro di reale di vitello, infatti, avete preparato un arrosto per quattro che dal macellaio si compra persino già pulito e legato con gli odori. Dici, meglio di così? Niente. Poi, passiamo agli due ingredienti: la senape dolce e le cipolle rosse di Tropea. Di senape ne basterà un barattolino piccolo, per il quale non si può arrivare a spendere più di 5 Euro. Le cipolle rosse, meglio se di Tropea, sono il tocco che aggiunge sapidità alla ricetta. Dopo averle caramellate con lo zucchero non potrai fare a meno di accompagnarvi ogni boccone di carne. Le rosse di Tropea sono pregiate e buonissime, ma anche quelle non arrivano a costare più di 3,50 Euro al Kg a dir tanto. E per l’arrosto di reale ne servono due. Poi si tratta di ingredienti che si trovano già in casa: burro, vino per sfumare (va benissimo un vino qualunque già aperto, basta che non sappia di tappo), zucchero, olio extravergine, aceto e qualche fogliolina di salvia. Ma, come già detto, il reale si prende dal macellaio che spesso incastra gli odori tra la carne e lo spago. Quindi, probabilmente non dovrai neanche prendere la salvia. Insomma, con 25 Euro prepari l’arrosto di Natale per quattro persone. Non male.

Il reale di vitello

Come abbiamo già detto, a differenza di quanto suggerito dal nome, il reale è un taglio di carne piuttosto economico soprattutto perché grasso, ma proprio per questo motivo si tratta della parte perfetta per la ricetta di questo arrosto. Il grasso, infatti, rende il reale adatto a cotture lunghe, perché evita che la carne si asciughi e diventi stopposa, mantenendola invece morbida e succosa. Va sempre meglio.

Le cipolle rosse caramellate

A Ricadi, sul versante di una campagna che guarda verso il mare, si trovano un anfiteatro e una vecchia torre saracena chiamata Torre Marrana. A seguire, fino a Capo Vaticano, di torri saracene se ne trovano altre quattro. Centinaia di sentinelle hanno fissato il mare da questi punti di avvistamento per poter avvertire in anticipo dell’arrivo di amici e nemici. È sotto il loro sguardo proteso, riscaldate dal sole della regione più piccante d’Italia e rinfrescate dalla brezza del mare che crescevano e crescono tutt’ora le famose cipolle rosse di Tropea.

L’uso della cipolla in cucina nel modo che conosciamo oggi risale al tempo degli Egiziani. Tra una deportazione e una guerra, ma soprattutto grazie agli intensi scambi commerciali che mai cessarono di essere portati avanti, la caipolla ha raggiunto i Babilonesi, poi i Greci e infine il Sud Italia dove, grazie alle particolari condizioni climatiche e geografiche e alla raffinata tecnica elaborata dai calabresi è diventata la prelibatezza che è ancora oggi.

Fantastica da mangiare sia cruda che cotta, puoi marinarla in acqua, olio, limone e sale per stemperarne un poco il sapore. Oppure, puoi seguire la ricetta di oggi e caramellarla in padella con acqua e zucchero.

Ah, una curiosità: alla fine, la cipolla di Tropea di chiama così perché veniva spedita dalla stazione centrale di Tropea, dalla quale partivano buoi e asinelli che percorrevano le strade di tutta Italia portando pacchi pieni di cipolle che riportavano i timbri di Tropea.


Print Recipe
L'arrosto di Natale
Oggi, pensiamo al Natale insieme a Massimo Spallino, chef del ristorante La Vecchia Stazione, di Roana, in Veneto, che per questa ricetta si rivolge a chi, in cucina, non si sente ancora del tutto a proprio agio. L'arrosto di reale di vitello con cipolla caramellata e senape dolce sarà la svolta.
L'arrosto di reale di vitello con cipolla caramellata e senape dolce, la ricetta di Natale di Massimo Spallino
Voti: 1
Valutazione: 4
You:
Rate this recipe!
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
persone
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
persone
L'arrosto di reale di vitello con cipolla caramellata e senape dolce, la ricetta di Natale di Massimo Spallino
Voti: 1
Valutazione: 4
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Per cominciare, prepara un fondo di cottura con olio extravergine e uno spicchio di aglio in camicia. Aggiungi la carne e falla rosolare da tutti i lati.
  2. Nel frattempo, in un’altra padella, aggiungi un filo di olio extravergine e una noce di burro. Dopo qualche minuto, aggiungi la cipolla pelata e tagliata a fettine.
  3. A questo punto, aggiungi il sale sia sulla carne che sulla cipolla.
  4. Finito di rosolare la carne, sfuma con il vino bianco e lascia cuocere il reale per circa 45 minuti.
  5. Nel frattempo, mescola le cipolle, aggiungi anche il pepe e lascia che appassiscano. Aggiungi anche un cucchiaio di aceto di vino rosso e lascia sfumare.
  6. Dopodiché, aggiungi anche lo zucchero di canna e fai caramellare le cipolle.
  7. Trascorsi i 45 minuti necessari per il vitello, sei pronto per impiattare.
  8. Taglia la carne a striscioline e disponile alla base del piatto. Aggiungi la cipolla caramellata e la senape dolce. Bagna la carne con il sughetto che si sarà formato durante la cottura e il piatto è pronto!
Condividi questa Ricetta
Alice Bignardi
Web Editor. Scopro l'Italia un ingrediente alla volta. Seguo gli chef in cucina e mi faccio raccontare tutti i loro segreti!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi