Le regole dell’ossobuco alla milanese

risotto alla milanese

“Questo è un piatto che bisogna lasciarlo fare ai Milanesi, essendo una specialità della cucina lombarda. Intendo quindi descriverlo senza pretensione alcuna, nel timore di essere canzonato. E’ l’ossobuco un pezzo d’osso muscoloso e bucato dell’estremità della coscia o della spalla della vitella di latte, il quale si cuoce in

La storia della trippa secondo il Gastronauta

trippa

Ora, dopo averne tanto parlato, vorrei raccontarvi la storia della trippa e, per farlo, ho chiesto aiuto a Davide Paolini, il Gastronauta. - La trippa sta tornando di gran moda in questo periodo Davide. Ti risulta? "Sì, è vero, diciamo che anche i giovani la stanno riscoprendo. Ma, ancora troppo spesso  quando

Conoscete la storia del fegato alla veneziana?

fegato alla veneziana

  Dopo averne scritto e cucinato...mi è venuta la cuoristà di conoscere la storia del fegato alla veneziana. Ho chiesto aiuto a Davide Paolini, il Gastronauta. Davide, a te la parola! La popolarità di questo piatto travalica i confini regionali e ricetta del fegato alla veneziana è antica.  A dire il vero, l’idea

I rostin negàa: la Milano del Gastronauta

Rostin negaa

Oggi passiamo la penna (anzi, la tastiera) a Davide Paolini, il Gastronauta, che ci racconterà la storia di un piatto milanese molto particolare: i rostin negàa. Associare le parole cotoletta, risotto, ossobuco a Milano è abbastanza scontato. Meno immediato è, invece, collegare un nome già di per sé ostico, come quello

La macelleria storica di Bruno Rebuffi, a Milano

macelleria storica

Oggi vi parlerò di una macelleria storica di Milano. Vi ricordate? L’altro giorno Davide Paolini, alias il Gastronauta, mi aveva raccontato della sua grande passione per la carne e per alcuni dei grandi piatti della tradizione milanese come la cotoletta e i rustin negà (cosa sono? Seguiteci, ne scriverà lui molto

Vi presento il Gastronauta, alias Davide Paolini

davide paolini gastronauta

Si fa chiamare il Gastronauta e lui stesso ammette di essere quasi più conosciuto con questo “nickname” che non come Davide Paolini. Romagnolo d’origine e nell’essenza (ammette di esserlo fino alla punta dei piedi), vive da anni a Milano, nel quartiere di Porta Garibaldi. Lo conosco da molto tempo per via