Sfizioso
Cerca

Pappardelle con stufato di vitello: ricetta classica dei giorni di festa

Le pappardelle con stufato sono un classico piatto della domenica e dei giorni di festa. Cosa c’è di più conviviale di una pasta fumante arricchita da tenera carne succosa?

pappardelle-con-stufato

Pasta all’uovo e sugo di carne

La tradizione ci fornisce un formato di pasta all’uovo dalla consistenza ideale per assorbire qualsiasi sugo e condimento. Seppure non si sappia con certezza se siano fiorentine o emiliane, rimane il fatto che le pappardelle sono irresistibili per chiunque. Anche il nome sottolinea la loro anima godereccia: si pensa infatti abbia origine dalla parola “pappare”, quindi mangiare.

Di solito vengono condite con un buon ragù ma io ti consiglio di provare le pappardelle con stufato di vitello: sano e dal gusto delicato, insieme danno vita a un piatto saporito e conviviale.

Brasato, stufato, spezzatino: sai che differenza c’è?

Lo stufato di vitello

La cottura lenta della carne, che diventa tenerissima e succosa, unita alla grana rugosa di una pasta fatta a regola d’arte: le pappardelle con stufato sono un primo piatto che scalderà le tavole di quelle bellissime giornate in cui si ha la possibilità di concedersi del tempo.

Tempo anche per cucinare, perché ricette come lo stufato di vitello richiedono cura. Inizia scegliendo la carne: pesce, gallinella o campanello, tre nomi che indicano lo stesso lo stesso taglio pregiato, ricavato dalla parte inferiore della zampa posteriore dell’animale. Chiedi al tuo macellaio un pezzo da 1,5 kg: andrà fatto rosolare in padella insieme alle cipolle e, una volta che sarà ben colorito su tutti i lati, sfumato con due bicchieri di vino rosso corposo. Da qui in poi, calcola almeno due ore e mezza di cottura: la buona notizia è che intanto puoi fare altro, sempre dando ogni tanto un’occhiata allo stufato.

Le pappardelle con stufato di vitello non deluderanno proprio nessuno e preparatene in abbondanza perché qualcuno potrebbe chiedere il bis! 

Un’altra ricetta perfetta per i giorni di festa: il Gulasch ungherese.

pappardelle-con-stufato

Pappardelle con stufato

Teresa Balzano
Preparazione 15 minuti
Cottura 2 ore
Portata Primo piatto
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 250 g pappardelle all'uovo
  • 1,5 kg pesce di vitello o altro taglio a stufato
  • 4 cipolle
  • 2 spicchi di aglio
  • 60 g burro
  • olio extravergine di oliva
  • 2 bicchieri vino rosso corposo
  • sale
  • pepe
  • parmigiano grattugiato

Istruzioni
 

  • Tritate finemente le cipolle mondate e fatele stufare con un giro d’olio.
  • Intanto steccate la carne con l’aglio e poi fatela rosolare insieme alle cipolle. Regolate di sale.
  • Quando è ben colorita, aggiungete il vino rosso, fatelo sfumare e poi abbassate la fiamma al minimo. Dovrà cuocere per circa un’ora e mezza.
  • Trascorso questo tempo unite il burro e continuate la cottura per un’altra ora.
  • Una volta pronto, lasciate raffreddare completamente lo stufato e tenete da parte il fondo di cottura della carne.
  • Cuocete in acqua salata bollente le pappardelle.
  • Nel frattempo, in un padella fate scaldare il fondo di cottura della carne e poi inserirete lo stufato che avrete sfilacciato.
  • Quando la pasta sarà al dente, trasferitela nella padella e mantecate fuori dal fuoco.
  • Servite caldo con parmigiano grattugiato e un giro di pepe.
Keyword pasta, stufato
Tried this recipe?Let us know how it was!
Condividi questo articolo:
Se ti è piaciuto "Pappardelle con stufato di vitello: ricetta classica dei giorni di festa" leggi anche...

Lascia un commento

Recipe Rating