Ravioli con ripieno di ossobuco di vitello

La ricetta di oggi è una coccola di gusto! Ci arriva dal Ristorante il Vapore di Faggeto Lario (CO) e ce la porta la nostra amica Alessia Bianchi (che sui social conosci come @lalessiuccia). Impariamo a preparare degli squisiti ravioli con ripieno di ossobuco di vitello in gremolada.

Una ricetta perfetta per il pranzo della domenica, quando magari ti viene voglia di preparare della buona pasta fatta in casa. Un primo piatto gustoso che soddisfa davvero tutta la famiglia.

ravioli con ossibuchi

Questi ravioli con ripieno a base di ossobuchi di vitello in gremolada si preparano con pasta fresca all’uovo, fatta in casa, e si arricchiscono condendoli con una salsa alla panna, pistilli di zafferano e scorza di limoni. Davvero una bontà!

Tutto quello che devi sapere sull’ossobuco!

Se non conosci abbastanza questo taglio o se ti piace e vuoi saperne sempre di più, su Sfizioso abbiamo tutto quello che ti serve per cucinare l’ossobuco di vitello. Nella nostra scuola di cucina trovi che taglio è e come si cucina, mentre qui scopri diverse ricette da provare con l’ossobuco.

ravioli con ripieno di ossobuco

Per cucinare questi ravioli ripieni per prima cosa dovrai realizzare l’impasto e lasciarlo riposare per mezz’ora circa.

Nel frattempo cucini gli ossobuchi con la gremolada e quando saranno pronti ricavi la carne e il midollo e frulli tutto per realizzare il ripieno dei ravioli.

Stendi quindi la pasta e aggiungi il ripieno, poi chiudi i tuoi ravioli.

Infine prepari la salsa alla panna con cui condire il piatto.

Facile no? Il risultato sarà da leccarsi i baffi vedrai! Qui sotto trovi tutti i dettagli della ricetta dei ravioli con ripieno di ossobuco. Se cerchi altri primi piatti sfiziosi, qui ci sono 10 ricette da non perdere.

Buon appetito!

Print Recipe
Ravioli con ripieno di ossobuco di vitello
ravioli con ossibuchi
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Piatto Primo piatto
Cucina Lombarda
Porzioni
persone
Piatto Primo piatto
Cucina Lombarda
Porzioni
persone
ravioli con ossibuchi
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Su una spianatoia versare la farina e al centro aggiungere le uova. Iniziare a impastare con le mani fino a ottenere un composto omogeneo.
  2. Avvolgere l'impasto con una pellicola trasparente e lasciare riposare al buio e lontano da correnti per 30 minuti.
  3. Infarinare gli ossobuchi e farli insaporire in una brunoise di sedano, carote, cipolle e aglio rosolati nel burro.
  4. Sfumare aggiungendo in due volte il vino bianco e far cuocere a fuoco basso.
  5. Una volta evaporato il vino continuare la cottura per circa 30 minuti con il brodo di carne.
  6. Preparare intanto la gremolada lavando i limoni non trattati e grattugiandone la scorza. Unirli ad aglio e prezzemolo tritati e aggiungere agli ossobuchi.
  7. Pulire gli ossobuchi levando la carne dall'osso e recuperare anche il midollo. Frullare il tutto aggiungendo un cucchiaio di sugo ottenuto e del parmigiano grattugiato. Utilizzare il composto ottenuto per riempire i ravioli aiutandosi con una sac-a-poche.
  8. Dividere l'impasto in due parti e stendere la prima parte con l'aiuto della macchina tira-sfoglia fino a ottenere un quadrato dello spessore di 1 mm.
  9. Disporre il ripieno in mucchietti distanti circa 3 cm l'uno dall'altro.
  10. Spruzzare con dell'acqua i bordi della sfoglia e stendere il secondo strato di pasta stesa. Far fuoriuscire l'aria dai ravioli premendo con le dita e creare i ravioli con l'aiuto di una rotella.
  11. Preparare la salsa sciogliendo una noce di butto in un pentolino.
  12. Aggiungere la panna e aggiustare di sale. Sciogliervi una bustina di zafferano e se necessario legare la salsa con un cucchiaino di fecola stemperata in un pochino di panna ( o latte ).
  13. Condire i ravioli e servire con un'ultima grattugiata di scorza di limone non trattato.
Condividi questa Ricetta
Simone Pazzano
Curioso prima di tutto, poi giornalista e blogger. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni sua forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.
https://simonepazzano.com

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi