Ristoranti sfiziosi a Milano: alla Trattoria Ferrelli, come da amici

nicola-ferrelli
Nella foto: lo chef Nicola Ferrelli
Ph Taddei/Edizioniveo

Come tra amici: è questa la sensazione che si prova a mangiare da Nicola Ferrelli, nel suo ristorante di Milano (Trattoria Ferrelli, via Farini 6).
Lo è per l’atmosfera calda e vintage senza stonare, per il particolari “folli” che strappano un sorriso quando meno te lo aspetti, per il menu che segue quasi maniacalmente la stagionalità della terra e dei prodotti, che propone “ricette della mamma” ma con il tocco dello chef.

E’ il ristorante giusto a Milano per una cena con amici, sia in comitiva o tra quelli buoni, per risate o confidenze. Per persone in confidenza, ecco. O che vogliono entrarci. Ideale quindi anche per un business lunch informale in un luogo originale ma che appunto, stimola la conversazione, la confidenza appunto.

ferrelli vino e cucina

Aperta la porta del locale si viene avvolti subito da una sensazione conosciuta, è come entrare nella casa di un amico artista. Ferrelli a Milano è un posto speciale, e come quando si va a visitare qualcuno, ci si ferma a osservare dettagli, particolari, curiosità.

tarte tatin
La tarte tatin, uno dei dessert più famosi di Ferrelli

Uno di quei posti in cui tornare, per assaggiare con gusto i vari elementi del menu e provare i piatti nuovi. Tra quelli classici, il dessert, la sua tarte tatin tiepida con pallina di gelato è un must a cui non bisogna rinunciare! Se amate la cucina milanese, qui trovate anche un’ottima costoletta alla milanese, cotta nel wok. Indimenticabile un assaggio di burrata, (se non è fresca non la trovate da Ferrelli, punto, le sue origini pugliesi non lo fanno sbagliare su queste cose! ) e alcune sue variazioni sul tema delle stagioni.

Un’altro piatto da provare nel menu di Ferrelli è l’hamburger, di Chianina. E a questo proposito segnalo che qui trovata una variazione sul tema by Nicola, con le ricette da fare a casa dell’hamburger con cipolla di Tropea stufata ai frutti di bosco e senape  e dell’Hamburger di vitello con salsa allo yogurt e ricotta, zenzero marinato, cipollotto e avocado.
L’hamburger di Ferrelli riflette un modo ricorrente nella sua cucina: piatti che ti danno una soddisfazione rara, con gli ingredienti giusti per riuscire a giocare con sapori, colori e consistenze, ma senza rischiare di appesantire il palato con troppi abbinamenti.

Se siete appassionati di polpette e sono in menu, ecco un’altra cosa da ordinare nel suo locale. E poi, lasciatevi consigliare. Anche sui vini, visto che la trattoria ne conserva una carta davvero interessante.

Ma chi è Nicola Ferrelli?

nicola ferrei
Lo chef, Nicola Ferrelli

Occhi verdi cangianti, sorriso magnetico, baffetti e creatività a mille e una storia interessante da raccontare: Nicola Ferrelli è il padrone di casa perfetto nella sua trattoria. Lo abbiamo conosciuto tra le pagine di questo blog con la sua ricetta raffinata di Cubo di Vitello al Fumo. Un piatto maturo e sorprendente. Eppure, Ferrelli non è sempre stato uno chef, e il suo percorso per arrivarci non è stato così semplice. Nato in Puglia, si è trasferito al Nord per lavorare in azienda. Nasce infatti come perito elettronico, e lavora per un periodo in una fabbrica chimica, ma neanche questa era la sua strada. Solo in un secondo momento, la vita lo porta a “unire i puntini” e a fare quello che aveva sempre voluto fare.
Ha sempre avuto grande passione per la cucina e il vino, si è quindi messo alla ricerca di un locale vicino casa, senza esperienza imprenditoriale alle spalle. Ha fatto tutto da solo, senza potenziali soci finanziatori. E la sua trattoria oggi, a due passi da Porta Garibaldi e dal nuovo quartiere di Isola, è diventata un punto di riferimento per chi ama mangiare bene in un locale autentico e allo stesso tempo originale, e diverso da tutti gli altri.

Trattoria Ferrelli a Milano: il Tavolo degli Amici

trattoria ferrelli a milano
Ecco il Tavolo degli Amici!

E chi vuole può sedersi al Tavolo degli Amici,  il pezzo forte del locale: si tratta di un tavolo del ristorante che è sempre pronto ad accogliere chi si vuole fermare a mangiare in compagnia di chi gli sederà accanto. Proprio vicino alla cucina, è un posticino speciale isolato dal resto del ristorante ma allo stesso tempo in stretto contatto, fatto per mangiare e socializzare. E ci si sente a casa.

 

Al.Fa
Giornalista e blogger. Scrivo di viaggi ed enogastronomia. Mi piace raccontare il legame che unisce cibo e territorio. L'assaggio di un prodotto tipico può raccontare molto di un luogo in cui nasce, più di una guida turistica a volte!
http://www.vaquelpaese.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi