Cenone di Capodanno… via di spaghetti!

Il 31 dicembre (quando non siamo in montagna o da qualche altra parte) abbiamo l’abitudine di ritrovarci a casa di una coppia di amici. Tradizione impone che ciascuno cucini un piatto per il cenone di Capodanno. E non solo. La regola è che chi sta ai fornelli deve procurarsi tutti gli ingredienti e portarli. I padroni di casa, insomma, mettono a disposizione solo la cucina. In questo modo, tutti contribuiscono e nessuno si stanca troppo.

cenone di Capodanno

Quest’anno, per il nostro cenone di Capodanno, io ho scelto di fare un primo piatto. Decisione strategica perché me lo aveva appena insegnato Stefano De Gregorio. L’avevo assaggiato e mi era piaciuto un sacco! Prima di tutto perché è un piatto coloratissimo e quindi, perfetto per un allegro cenone di Capodanno e poi perché è a base di cime di rapa che sono verdure di stagione.

E infine perché ci sono gli spaghetti che, per me, sono la pasta più sfiziosa che ci sia! In più è un’ottima soluzione per un piatto che stupisce gli ospiti, ma che può essere preparato in anticipo lasciando solo all’ultimo momento la cottura degli spaghetti. Un bel vantaggio quando si è a cena tutti insieme e dispiace che qualcuno stia da solo in cucina.

 

Print Recipe
Gli spaghetti da cenone di Capodanno di Stefano De Gregorio
cenone di Capodanno
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Piatto Primo piatto
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Piatto Primo piatto
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
cenone di Capodanno
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Pulisco le cime di rapa, le faccio sbollentare in acqua salata, le scolo e le metto a raffreddare in acqua e ghiaccio. Poi le frullo aggiungendo un po’ di sale e l’olio extravergine di oliva. Copro il bicchiere del minipimer con un po’ di pellicola trasparente e lo metto in frigo, già pronto per essere trasportato.
  2. Quando è il momento di cucinare il piatto pulisco i gamberi (cioè tolgo carapace e teste) e li taglio a pezzetti piccoli.
  3. Penso al magatello di vitello. Lo taglio a pezzettini, lo scotto rapidamente in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva e uno spicchio di aglio.
  4. Prendo le mie cime di rapa frullate e le metto in una padella con il cucchiaio di salsa wasabi.
  5. Cuocio gli spaghetti in abbondante acqua salata.
  6. Una volta cotti, li scolo un filo al dente e proseguo la cottura versandoli nella padella col pesto. Se necessario, aggiungo in padella un mestolo di acqua di cottura della pasta.
  7. Come impiattare gli spaghetti del cenone di Capodanno? Questa è la parte più bella. Per fare un lavoro a regola d’arte seguo la regola che mi ha dato Chef Deg: prendo forchettone e cucchiaio e con l’aiuto di entrambi faccio un bel nido di spaghetti. Ci metto sopra i gamberetti e la dadolata di vitello. Aggiungo i germogli, i fiori, qualche goccia di olio al trombolotto e il finocchietto…e gli spaghetti diventano un giardino delle meraviglie che lascia a bocca aperta!
  8. Manca solo una cosa: il vino. Potremmo trasferirci in Puglia con un bel Rosato Salentino, magari da uve di Primitivo o Negraomaro. E buon 2016!
Condividi questa Ricetta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi