Guida al meal prepping: come preparare 5 cene con un pezzo di carne

Meal Prepping

Il meal prepping pare sia la moda del momento: cucinare in anticipo diversi pranzi o cene in modo da usare con intelligenza la spesa, risparmiare e mangiare sano. La buona e sana schiscia per il pranzo in ufficio. Ma che cos’è questo meal prepping e come si fa a cominciare? Ormai ci sono un sacco di app che aiutano a pianificare i pasti in modo sano ed equilibrato. Ma se non siete tipi da tenere lo smartphone in mano tutto il giorno, ecco qui la nostra guida ai trucchi per preparare in anticipo il menù per tutta la settimana e 5 ricette facili e veloci da preparare con un pezzo di magatello di vitello.

La guida per preparare il pranzo in anticipo: come cominciare

Per cominciare con il meal prepping non dovete commettere l’errore di farvi prendere troppo dall’ansia: deve essere una buona abitudine non un impegno. Cominciate a preparare le ricette che conoscete già. Non fate come quelli che si mettono a dieta, cominciano mangiando soltanto insalata, vanno in palestra, fanno yoga, corrono la mattina, tutto nella prima settimana. È un processo graduale. La stessa cosa vale per il meal prepping.

  • Scegliete un giorno: questo è il primo passo per organizzare bene i vostri pasti, scegliere un giorno in cui prepararli. Per molti e più comodo iniziare la domenica, altri preferiscono dividere le preparazioni in due giorni: mercoledì e domenica.
  • Scegliete il pasto: da principio non potete pensare di organizzare in questo modo tutti i pasti della settimana. Sceglietene uno o due: colazione, pranzo o cena. Cercate di preparare sempre piatti bilanciati che contengano una parte di proteine, una di carboidrati e la vostra porzione giornaliera di frutta e verdura.
  • Scegliete la modalità: potete anche cominciare a preparare soltanto gli ingredienti in anticipo: tagliare la carne, cuocere le verdure. Così poi non vi resta che assemblare il tutto quando è il momento.

Leggi anche:

L’arte della fettine di vitello: trucchi, segreti e ricette

Lunch box: 5 idee per la tua settimana in ufficio

Come scegliere il contenitore giusto per il meal prepping

Scegliete il contenitore giusto: i contenitori, o le schiscette, sono il fondamento del vostro meal prepping e per i vostri lunch box. Saranno l’altare della vostra religione. Comprateli ermetici in modo che quando le portate in ufficio non siate costretti a buttare le vostre borse preferite. Cercate soprattutto dei contenitori versatili che possano andare sia in congelatore, che in forno, che in microonde. Questo è fondamentale per rendere più smart il vostro modo di lavorare e non perdere tempo. I migliori contenitori sono divisi in scomparti in cui potete mettere il vostro cibo. I contenitori trasparenti vi permettono di vedere in fretta cosa contengono e quindi di prendere la cosa giusta dal frigorifero. Se prendete contenitori della stessa grandezza, potrete impilarli bene nel frigorifero e salvare anche spazio. Ma soprattutto prendete contenitori che vadano in lavastoviglie, dopo tutta questa fatica non vorremo anche perdere tempo a lavare i piatti.

Meal prepping

 

Cominciamo a cucinare per il pranzo in ufficio

  • Focalizzatevi su ricette facili e veloci: la carne è un alimento molto facile con cui cominciare. Potete prendere un pezzo intero e tagliarlo e prepararlo in più modi così da poter avere ricette pronte per tutta la settimana.
  • Imparate a essere multitasking: ricordatevi che potete cucinare diverse cose allo stesso tempo. Usate tutto lo spazio del forno per sfruttare al meglio il suo potenziale: non dovete infornarle una alla volta. Procuratevi più teglie e usate bene l’alluminio.
  • Non dimenticatevi della frutta: è un ottimo modo di immergervi nel meal prepping. Potete cominciare tagliando diversi tipi di frutta e conservarli esattamente come qualsiasi altro pasto prepariate. Potete fare macedonia o smoothies che si abbinino con le ricette che avete cucinato.

Lunch-box

5 ricette con il girello di vitello: il taglio

Il girello di vitello, detto anche magatello dagli amici, è uno dei tagli migliori che si trovano nella coscia del vitello. Il girello è un taglio molto magro praticamente privo di nervi. Stiamo parlando di un taglio pregiato dalle carni molto tenere che spesso può addirittura essere scambiato per filetto. Il girello di vitello è un taglio molto magro, conta circa 92 calorie per 100g di carne, ecco perchè è il candidato perfetto per diventare il protagonista del nostro primo esperimento di meal prepping salutare. I tempi di cottura del girello variano a seconda della grandezza del taglio, ma non è di certo un taglio di carne che richiede lunghe cotture. Per brasati e stufati avremo bisogno di tagli un pochino più grassi come il reale di vitello. In ogni caso potete cucinare il girello intero e poi tagliarlo a fette o a tocchetti per riutilizzarlo nelle varie ricette tutta la settimana. In alternativa potete fare come abbiamo fatto noi con lo chef Stefano De Gregorio: comprate un pezzo di carne intero e lo porzionate per preparare 5 ricette facili e veloci. Straccetti, bocconcini e tagliata, ecco quello che abbiamo ricavato noi dal nostro girello per le schiscette di tutta la settimana.

Leggi anche:

I tagli più sexy del vitello? I tagli della coscia naturalmente

Le ricette per cucinare il girello di vitello

Lunedì: riso venere e bocconcini di vitello

Il riso venere con bocconcini di vitello è sicuramente un piatto equilibrato, colorato, buono e sano. Il riso venere al microonde vi farà risparmiare molto tempo e potete farne anche in abbondanza e riutilizzarlo per cena accompagnato da verdure grigliate ma anche dal pesce. Il magatello invece andrà tagliato a cubetti della stessa dimensione che andranno stufati in padella con il brodo di vitello. Nella lunch box andranno anche le zucchine a dadini saltate in padella con olio extra vergine d’oliva.

Bocconcini di vitello e riso venere per il tuo lunch box

Martedì: riso basmati con edamame, zenzero, peperoncini dolci e straccetti di vitello

Questa volta il magatello lo tagliamo a straccetti, che comunque garantiscono sempre una rapida cottura. Questa lunch box ha un sapore più orientale grazie alla presenza del riso basmati e del suo profumo speziato e all’accompagnamento con gli edamame. Il trucco per cuocere il riso basmati è sciacquarlo sotto l’acqua corrente per eliminare l’amido e rendere i chicchi ben sodi. Per gli straccetti invece potete cuocere il magatello intero e poi dopo averlo raffreddato tagliatelo a fettine.

Riso basmati con edamame, zenzero e peperoncini dolci: il tuo lunch box ai sapori d’Oriente

Mercoledì: una deliziosa piadina con straccetti di vitello

Ancora straccetti di vitello (che potete preparare anche con ceci e peperoni) mercoledì visto che li abbiamo già preparati per la ricetta di ieri. Quindi sulla carne niente di nuovo: cucinate il magatello intero e poi tagliatelo a fettine. Stavolta però gli straccetti di vitello li utilizziamo per farcire una golosissima piadina con delle fette di avocado e una specie di tzatziki con yogurt greco e cetrioli. Una ricetta davvero facile e molto golosa che non vi farà di certo sentire la mancanza dei panini da fast food che mangiate al bar. Questa ricetta è perfetta anche per una cena veloce: basta preparare la salsa in anticipo e la carne.

Una sfiziosa piadina con straccetti di vitello per la tua lunch box

Giovedì: tagliata di vitello con verdure

La ricetta della tagliata è davvero semplicissima, soprattutto perché qui a essere preparato in anticipo sono proprio le verdure. Noi vi consigliamo di accompagnare la tagliata con melanzane, carote, pomodori, peperoni. Ma potete adattare questa ricetta agli ingredienti stagionali che trovate al supermercato. Teresa Balzano per esempio cucina la tagliata con la crema di piselli. Per cucinare la tagliata ci vogliono soltanto 4 minuti, quindi il mio consiglio è di non cucinarlo in anticipo ma di tagliare soltanto la carne che vi serve e conservarla nel ripiano più freddo del frigorifero.

Come cucinare la tagliata per il tuo lunch box

Venerdì: caesar salad con bocconcini di vitello

È la fine della settimana e ci siamo tenuti come asso nella manica una ricetta davvero golosissima. A chi non piace la caesar’s salad? Stavolta però togliamo il pollo e ci mettiamo i bocconcini di vitello. Per questa ricetta preparateli pure in anticipo, avranno più sapore e tempo di raffreddarsi in modo che siano adatti all’insalata. Riempite la vostra lunch box della lattuga che preferite e inondate la vostra insalata di croccantissimi crostini per prepararvi al weekend.

Caesar salad con bocconcini di vitello: il tuo lunch box da ufficio

Francesca Sponchia
Collezionista di grassi saturi e attivista per i diritti civili del burro. Rabdomante di piatti perfetti nei menu' dei ristoranti, nel tempo libero mangio ravioli crudi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi