Erbe aromatiche: i consigli dello chef

Le erbe aromatiche arricchiscono i piatti di profumi e di colori e rendono unica nel suo genere la cucina mediterranea. In casa possono mai mancare: in dispensa quelle secche, sul davanzale o in balcone quelle fresche. In Italia sono da sempre nostre fedeli compagne in cucina. Ma siamo sicuri di saperle usare al meglio? Abbiamo chiesto a Stefano De Gregorio, in arte chef Deg, di darci qualche consiglio su come valorizzare al meglio le erbe aromatiche in cucina. Siete curiosi di sapere cosa ci ha rivelato?

erbe-aromatiche-consigli-chef

Cucinare con le erbe aromatiche: i consigli dello chef

Benché le si raggruppi tutte sotto lo stesso nome, ogni erba aromatica è diversa, con sue caratteristiche peculiari e differenti usi in cucina. È importante conoscerne bene l’aroma, il profumo e come si comporta in cottura per poterle utilizzare al meglio. Ci siamo affidati alle sapienti mani di Chef Deg, che ci ha spiegato alcuni trucchi per conservare e utilizzare le erbe aromatiche.

  1. Per conservare le erbe aromatiche fresche più a lungo inumidite con un po’ d’acqua qualche foglio di carta assorbente. Poi avvolgetevi il vostro mazzetto, richiudete il tutto con pellicola trasparente e conservate in frigorifero.
  2. Siete amanti dell’origano? Bene, tenete presente che la temperatura a cui si sprigionano al massimo i suoi aromi è 65°C. L’ideale è ad esempio aggiungerlo ai pomodorini cotti in forno a 65°C. Attenzione però a non superare i 70°C perché sopra questa temperatura diventa amaro.
  3. Avete mai pensato di utilizzare i gambi freschi del basilico e del prezzemolo? Sprecarli è un vero peccato perché sono profumatissimi. Lo chef li sfrutta principalmente in cottura, ad esempio per aromatizzare i soffritti, mentre aggiunge le foglie soprattutto a fine cottura. 
  4. Con le erbe aromatiche si possono creare delle gustosissime acque aromatizzate. Provate ad esempio a lasciare in infusione delle foglie di alloro in acqua calda (ma non bollente): otterrete una tisana profumatissima e molto nutriente. 
  5. Il rosmarino è un’erba un po’ dispettosa; ritrovarsela sotto i denti mentre si mastica non è infatti sempre gradito e piacevole. Per ovviare a questo problema potete creare un bouquet di erbe legando insieme con uno spago più rametti che si possono facilmente rimuovere.
  6. Il timo è un’erba dall’aroma forte, con un profumo intenso e penetrante. A chi preferisce profumi più delicati si consiglia di aggiungerlo in cottura, mentre chi ama i sapori forti può utilizzarlo alla fine.
  7. Il coriandolo è una spezia che divide, c’è chi lo ama e chi lo odia. Forse non sapete che c’è molta differenza tra le foglie di coriandolo fresco, un po’ più forte, e i semi di coriandolo secchi, più agrumati e ottimi da aggiungere alle carni in cottura o alle marinature.

Leggete anche Erbe aromatiche in cucina: ricette, consigli e abbinamenti.

erbe-aromatiche-in-cucina
0/5 (0 Recensioni)
Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Lascia un commento

Top