Il rosmarino. Conosciamolo con Davide Oltolini

L’altro giorno, come vi raccontavo, abbiamo sistemato il nostro orto. Alla fine, il rosmarino era così bello che siamo andati subito a comprarne dell’altro e lo abbiamo usato anche come pianta decorativa! Lo abbiamo piantato proprio all’ingresso, in due grandi vasi accanto alla porta di casa. Così, quando uscirò ogni mattina, basterà passare la mano sui rametti per sentirne il profumo e viaggiare con la mente in luoghi assolati, con la salsedine nell’aria e i profumi della terra…

Torno alla realtà ok. Il rosmarino resta comunque una delle erbe aromatiche che più uso e che più amo. Per questo ho deciso di chiedere a un altro amico del mio Blog, di aiutarmi a conoscerlo meglio. Il personaggio misterioso in questione è Davide Oltolini. Critico e giornalista enogastronomico, Davide è si è specializzato nell’analisi sensoriale di cibi e bevande e, questa insolita professione, lo ha reso molto noto. Davide oggi collabora con le maggiori testate giornalistiche italiane, con la Rai e, nel 2005 ha ricevuto l’Italian Talent Award per il giornalismo enogastronomico.

Chi meglio di lui avrebbe potuto aiutarmi?!

Il rosmarino: pianta virtuosa e antica!

Davide ed io abbiamo studiato un po’ e abbiamo scoperto un sacco di cose sul rosmarino. Al di là della sua origine (che ci racconterà lui nell’analisi sensoriale che vedrete tra poco), questa pianta ha delle straordinarie virtù:

– è un ottimo tonico (stimola anche l’appetito) e ha sull’organismo un’azione stimolante e fortificante. Va benissimo durante i momenti di stanchezza fisica e mentale.

– ha proprietà antidolorifiche e antibatteriche.

– è un efficace digestivo e favorisce la diuresi.

Inoltre, il rosmarino oltra a essere come vi ho detto una bellissima pianta decorativa, può anche essere usato per altri scopi:

– in cucina, se usato fresco è meglio tritare gli aghi, se secco vanno sbriciolati.

– io lo metto nell’impasto del pane e della focaccia, ne aggiungo qualche ago nella minestra, ci faccio il risotto, lo aggiungo all’arrosto e sempre quando preparo la carne al forno e preparo ogni anno un paio di bottiglie di olio aromatico.

– quando è rigoglioso, lo raccolgo e lo metto nei sacchettini di stoffa che ripongo poi negli armadi. Profuma e allontana le tarme!

Niente male eh per una pianta! Davide, a te la parola!

Potrebbero interessarti anche...

One thought on “Il rosmarino. Conosciamolo con Davide Oltolini

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi