Fashion week in cucina: 10 food trend per chi ha fame di moda ma sogna la polpetta

food trend

Hai presente la Settimana della Moda di Milano? Quando vedi le modelle scavate in viso (fatevi un panino con la cotoletta che fa bene! ) che a volte indossano abiti a dir poco curiosi? Dalle babbucce di pelo in piena estate ad improbabili outfit. Ma è la moda, siamo abituati a sentirci dire. E quindi facciamo spallucce. Tanto la maggior parte di quelle cose assurde che vediamo in quei giorni non ce le potremmo comunque permettere.

Nel cibo a dettare le mode non sono gli stilisti ma chef blasonati e trasmissioni tv dedicate al settore. E se un ingrediente improbabile appare sulla tavola di Masterchef preparati: a breve arriverà nei tuoi piatti…ed è subito food trend.

Food trend: se il cibo è di moda

E poi? Che succede quando la moda arriva sul piatto?  Fingiamo di ben digerire improbabili tendenze dal veganesimo estremo a forme più o meno creative di crudismo, ma in fondo, pensiamo sempre alle care vecchie polpette della mamma…pure gli chef.…

Da quando in generale l’argomento Cibo è appunto di moda, arrivano sugli scaffali fino alla tavola prodotti più o meno improbabili. Alcuni investiti di una pseudo area di qualità capace di curare ogni male, per poi essere smentiti qualche tempo dopo, altri diventano il vezzo di chef e aspiranti tali, convincendoci che cuocere il vitello nella nostra lavastoviglie (eh si, è la versione per i comuni mortali della “cottura a bassa temperatura” che va molto nelle cucine in) sia meglio.

Dalle diete agli ingredienti “miracolosi”, dai metodi di cottura agli impiattamenti sofisticati. Ecco 10  mode alimentari che si sono affacciate negli ultimi tempi sui nostri piatti. Alcune stanno già tramontando, altre sono agli albori. La scommessa è: quale di queste si trasformerà nel tubino nero evergreen della cucina, e quale farà la fine delle spalle imbottite Anni Ottanta? Ai posteri l’ardua sentenza.

1) La Curcuma: non è tutto oro quel che è giallo

curcumaPolvere color oro, fino a qualche tempo fa  food trend considerato custode di mille virtù. Nulla da eccepire dal punto di vista gastronomico: la curcuma regala colore e un tocco speziato ai nostri piatti. Provare per credere con le lenticchie curcuma e zenzero e in questa milanesina di vitello con crema di asparagi . Ma che curi ogni male e che sostituire cappuccio e brioche al mattino con il “latte d’oro” alla curcuma porti salute eterna, questo la scienza lo ha messo in dubbio. Da una ricerca sulla rivista Nature infatti, basata su migliaia di studi e contributi, emerge che no, non esistono prove certe sulle virtù terapeutiche della curcuma.

2) La cottura a bassa temperatura: se non la fai sei povero

L’abbiamo vista entrare a piccoli passi timidamente in menu e ricette. La cottura a bassa temperatura, soprattutto per la carne, è davvero una risorsa: la rende morbidissima, che si scioglie in bocca. Il problema è che è un po’ come il nuovo iPhone X: quasi uno status symbol. Già perchè un forno a vapore o un roner in casa vengono a costare almeno qualche centinaio di euro fino a oltre mille. L’alternativa per i “poveri”? Cuocere nella lavastoviglie (di solito per la carne è il ciclo Eco, con temperature tra i 50 e 70 gradi) in sacchetti speciali per il sottovuoto. Quindi ci vuole anche la macchina per il sottovuoto…a voi due conti.

3) Il plancton marino: chic come una pochette

Regalerebbe ai piatti un sapore di mare intenso, il VERO sapore del mare. Per ora è esclusiva dell’alta ristorazione. Costa un sacco. Alcuni dicono che quell’aroma puoi ottenerlo tranquillamente con altri ingredienti o tipi di alghe. Ma vuoi mettere dire che hai mangiato del costosissimo e chicchissimo plancton marino? Noblesse oblige.

Per chi non se lo può permettere, si continuerà a immaginare il sapore del mare salato come quando si beve per sbaglio  giocando in acqua in estate…

4) Caviale di lumaca: la nuova “perla” della cucina.

La lumaca dopo aver invaso gli scaffali delle profumerie con creme antiage e sieri alla bava di lumaca, torna in cucina e si reinventa. Dalle escargots al caviale. Soprannominato “perle di Afrodite” o “perle del sottobosco”, il caviale di lumaca è la nuova moda in cucina: usato per risotti e primi piatti. Alimento prodotto appunto dalle uova di lumaca, avrebbe un sapore simile ai funghi.

5) Crudo o in semi: il nude food

Se le nuance nude imperversano da qualche tempo nel make up e tra i toni degli abiti, a volte regalando un effetto naturale molto affascinante, a volte facendo sembrare tutti sciatti, la stessa tendenza e gli stessi effetti si registrano in cucina. Oltre che essere sano, ho il sospetto che questa moda del crudismo e del naturalismo senza orpelli abbia preso piede perché molti non hanno più voglia o tempo di stare li a cucinare e cuocere. Un po’ come lo shatush che ha preso piede perché oltre all’effetto naturale potevi fregartene della ricrescita.  E quindi via coi semi nell’acqua calda a colazione se nella confezione c’è scritto che valgono come un pasto bilanciato e completo. Largo a cose crude mescolate a caso se ti dicono che è meglio così. Ma nella cucina, come nella moda, la creatività è tutto! Quindi se ti serve ispirazione dai un’occhiata alla nostra sezione ricette, dove ne trovi anche diverse salvatempo. Se proprio sei un adepto del crudo, almeno impara a fare una tartare fatta bene!  

Per capire invece come mangiare sano, leggi bene le etichette dei prodotti e consulta un vero nutrizionista.

6) La tazza con la sbobba a colazione: la più amata dagli Instagramers

colazione
Diritto d’autore: anaumenko / 123RF Archivio Fotografico

Non so come altro definirla: chiamata in nomi più o meno esotici, si tratta di pudding con semi vari e frutta tagliata a tocchetti, yogurt a volontà con frutti rossi che danno colore ecc… Una tazza con dentro roba varia e qualcosa tipo sbobba. Solitamente si accompagna a cose tipo smoothie o tazza di te verde o tisana. Gettonatissima anche acqua e limone e acqua e zenzero.  Se la metti su Instagram con un filtro di foodie e un hashtag tipo #healthyfood poi sei a posto. Poi puoi andare al bar per cappuccio e brioche.

7) Sale dell’Himalaya: la nuova cravatta per i regali di Natale.

Un tempo era la cravatta o il profumo un po’ anonimo: i classici doni di Natale a chi non conosci bene. Oggi ci sono le confenzioni coi sali colorati, rinominati ormai “i sali per gli amici gourmet”. E poi, anche se non lo fossero, chi non usa il sale? Regalo passepartout, è più facile trovarsi sotto l’albero un bel sale himalayano colorato che una cravatta. E forse, è andata meglio così.

Dal rosa al nero, è da qualche anno che accumuliamo le nostre dispense di sali colorati dell’Himalaya, per poi dimenticarceli lì, come quell’abito che hai comprato perchè era trendy ma poi non sapevi quando indossarlo.

Il sale dell’Himalaya sarebbe antico e più puro e portatore di diversi benefici. Ogni colore una dote. Sarà vero?

8) Violet is the new breadpane viola

Sembra che questo sarà l’anno del viola…in cucina almeno. Così direbbero gli esperti (?). Un colore in grado di sdoganare persino i carboidrati nella tavola dei dietanazi. Con il pane viola ad esempio. Che nasce in laboratorio e non in cucina: ideato dal professor Zhou Weibiao, scienziato esperto di nutrizione presso l’Università Nazionale di Singapore,  che ha avuto l’idea di prendere le antocianine, pigmenti naturali presenti nel riso nero, e unirle al pane bianco. E spiega alla CNN: “il pane viola cambia la formula glicemica del pane bianco senza perdere la sua consistenza morbida che lo rende così buono”. E poi c’è la patata viola, i fiori eduli viola: un tocco di colore in cucina. Servono idee per portare colore a tavola? Questo vitello laccato di Marcello Valentino sembra una tavolozza. E gli abbinamenti sono molto più accattivanti di vari fashion influencer che imperversano su Instagram.

9) Lo street food..in tutte le salse

Il senso del viaggio racchiuso in un piatto. Paralleamente all’impennata del girone delle diete e senza continenti è in crescita, forse come forma di compensazione, anche il girone dello street food. Food trend ormai diventato tormentone: quest’estate e non solo ogni località o evento ha avuto la sua giornata o festival o area dedicata allo street food. Basta mettersi con un furgoncino e servire qualcosa che ti puoi mangiare andando in giro e sei a posto.

10) L’avocado…in tutte le salse

Panini con avocado, contorni con avocado, piatti unici con avocado. E se è troppo maturo ti ci puoi pure fare la maschera per i capelli sfibrati. Insomma: mai più senza avocado, uno dei food trend più forti della stagione.  E visto che anche noi siamo trendy eccoti tutte le nostre ricette sfiziose con l’avocado!

 

Buona settimana della moda a tutti! E mangiate!

Alessandra Favaro
Giornalista e blogger. Scrivo di viaggi ed enogastronomia. Mi piace raccontare il legame che unisce cibo e territorio. L'assaggio di un prodotto tipico può raccontare molto di un luogo in cui nasce, più di una guida turistica a volte!
http://www.vaquelpaese.com

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi