Bistecca in padella: come si cucina un grande classico

Bistecca in padella e insalata sono l’accoppiata sempre vincente a tavola. Piace a grandi, piccini ed è un secondo piatto veloce che ti risolve la cena in meno di dieci minuti. Ma anche se sembra facile, in realtà, c’è una vera tecnica da adottare per cucinare la bistecca in padella perfetta. Tutto parte dalla scelta della carne, ma anche di una buona padella.

bistecca-in-padella.jpg

I migliori tagli per le bistecche in padella

Le bistecche di carne si possono ricavare da moltissimi tagli del vitello. La scelta dipende in primis dai gusti, ma anche dal fattore economico, ormai sempre più importante.

Tagli costosi

Se vuoi andare sul sicuro spendendo qualche euro in più, allora scegli le costate senz’osso tagliate in maniera sottile. Chiamate dai francesi entrecote, sono un taglio perfetto per essere cotto in padella perché necessitano di una cottura veloce ma a temperature elevate. Un altro taglio ideale per fare bistecche è il filetto, che è un taglio magro ma ricco di sapore e perfetto da gustare quasi crudo all’interno. Ottimo anche il controfiletto, che costa poco meno del filetto e ha un filo di grasso che lo rende ulteriormente morbido.

Tagli economici

Se è vero che “come spendi, così mangi” è vero anche che abilità e conoscenza in cucina si rivelano un’arma vincente per risparmiare denaro non rinunciando al gusto. Un esempio semplice sono le bistecche che si possono ricavare dal biancostato. Chiamato anche scaramella, è un taglio molto economico e con gli scarti ci puoi preparare un brodo saporito.

Puoi fartelo tagliare dal tuo macellaio di fiducia dicendo semplicemente che lo devi cuocere come una bistecca. Se invece lo compri al supermercato, ricordati di comprarne pezzi grandi e lunghi, da cui ricaverai delle bistecche tenere e molto saporite. La parte che si presta alla preparazione delle bistecche la riconosci facilmente perché è la parte più magra e carnosa. Parliamo adesso delle fettine di vitello, che si possono ricavare dal carrè perché è un taglio molto tenero e adatto a cotture brevi. Ma è possibile scegliere anche la polpa di coscia, perfetto è lo scamone, ma anche fesa e sotto fesa

Tutti i tagli del vitello e i consigli del macellaio

Come si cucina la bistecca in padella

Lo abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo che sembra semplice ma lo è meno di quanto sembra. Sebbene i passaggi per cucinare le bistecche in padella siano pochissimi, l’errore è dietro l’angolo. Intanto bisogna scegliere una padella antiaderente ampia e farla diventare rovente, scaldandola per almeno cinque minuti al massimo della potenza. È opportuno che la carne sia a temperatura ambiente prima di cucinarla. Questo perché, altrimenti, la cottura non procede in maniera omogenea, vengono fuori i liquidi in essa contenuta, col risultato che la carne sembra lessa nel suo sangue.

Bistecca in padella e insalata sono l’accoppiata sempre vincente a tavola. Piace a grandi, piccini ed è un secondo piatto veloce che ti risolve la cena in meno di dieci minuti. Ma anche se sembra facile, in realtà, c’è una vera tecnica da adottare per cucinare le bistecche in padella perfette. Tutto parte dalla scelta della carne, ma anche di una buona padella.

bistecca-in-padella.jpg

I migliori tagli per la bistecca in padella

Le bistecche di carne si possono ricavare da moltissimi tagli del vitello. La scelta dipende in primis dai gusti, ma anche dal fattore economico, ormai sempre più importante.

Tagli costosi

Se vuoi andare sul sicuro spendendo qualche euro in più, allora scegli le costate senz’osso tagliate in maniera sottile. Chiamate dai francesi entrecote, sono un taglio perfetto per essere cotto in padella perché necessitano di una cottura veloce ma a temperature elevate. Un altro taglio ideale per fare bistecche è il filetto, che è un taglio magro ma ricco di sapore e perfetto da gustare quasi crudo all’interno. Ottimo anche il controfiletto, che costa poco meno del filetto e ha un filo di grasso che lo rende ulteriormente morbido.

Tagli economici

Se è vero che “come spendi, così mangi” è vero anche che abilità e conoscenza in cucina si rivelano un’arma vincente per risparmiare denaro non rinunciando al gusto. Un esempio semplice sono le bistecche che si possono ricavare dal biancostato. Chiamato anche scaramella, è un taglio molto economico e con gli scarti ci puoi preparare un brodo saporito.

Puoi fartelo tagliare dal tuo macellaio di fiducia dicendo semplicemente che lo devi cuocere come una bistecca. Se invece lo compri al supermercato, ricordati di comprarne pezzi grandi e lunghi, da cui ricaverai delle bistecche tenere e molto saporite. La parte che si presta alla preparazione delle bistecche la riconosci facilmente perché è la parte più magra e carnosa. Parliamo adesso delle fettine di vitello, che si possono ricavare dal carrè perché è un taglio molto tenero e adatto a cotture brevi. Ma è possibile scegliere anche la polpa di coscia, perfetto è lo scamone, ma anche fesa e sotto fesa

Tutti i tagli del vitello e i consigli del macellaio

Come si cucina la bistecca in padella

Lo abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo che sembra semplice ma lo è meno di quanto sembra. Sebbene i passaggi per cucinare le bistecche in padella siano pochissimi, l’errore è dietro l’angolo. Intanto bisogna scegliere una padella antiaderente ampia e farla diventare rovente, scaldandola per almeno cinque minuti al massimo della potenza. È opportuno che la carne sia a temperatura ambiente prima di cucinarla. Questo perché, altrimenti, la cottura non procede in maniera omogenea, vengono fuori i liquidi in essa contenuta, col risultato che la carne sembra lessa nel suo sangue.

Non è necessario aggiungere il sale né durante né prima della cottura. Prima, invece, è meglio oleare la carne su tutti i lati in modo da facilitare la reazione di Maillard e ottenere così una golosa crosticina. A seconda del grado di cottura desiderato, bisognerà tenere la fiamma più o meno alta dopo aver messo la carne in padella. Nello specifico: per una bistecca ben cotta, si tenderà a diminuire la potenza del fornello, mantenendo comunque una fiamma vivace. Per una bistecca blue o rosa all’interno, si procede con una cottura velocissima su entrambi i lati alla massima potenza. Di seguito trovi la ricetta per cucinare la bistecca in padella perfetta, mettiti alla prova.

Print Recipe
Bistecca in padella: come si cucina un classico
bistecca-in-padella.jpg
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 3 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 3 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
bistecca-in-padella.jpg
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Estrarre la carne dal frigo almeno un'ora prima di consumarla. Trascorsa l'ora, aggiungere alla carne una spolverata di pepe nero e ungerla su tutti i lati con olio extravergine di oliva
  2. Scaldare una padella antiaderente ampia almeno il doppio della dimensione delle bistecche. Alla massima potenza per almeno 5 minuti e preparatevi dei fogli di carta da cucina
  3. Cuocere le bistecche una alla volta. Quindi aggiungerle alla padella, abbassare di pochissimo la fiamma e cuocere per 3/4 minuti sul primo lato asciugando con la carta assorbente l'eventuale liquido che fuoriesce
  4. E' il momento di girare la carne. Prendetela con una pinza, trannenerla un attimo sospesa e asciugare la padella per rimuovere i residui di cottura, quindi cuocere per altri 3 minuti dall'altro lato fino a formare la crosticicina e servire subito
Condividi questa Ricetta
Antonino Crescenti
Cucinare è un'arte, mangiare è un piacere. Appassionato di cucina, curioso e con olfatto e gusto sviluppati, sono qui per raccontarvi cosa provano le mie papille gustative.

    Potrebbero interessarti anche...

    Lascia un commento

    Top

    Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi