Polenta, ricetta tradizionale

Con l’arrivo dell’inverno, una delle preparazioni che non può mai mancare sulle tavole degli italiani, in particolare del Nord Italia, è la polenta. È una pietanza molto sostanziosa, di origini povere, a base di pochi ingredienti facilmente reperibili. La polenta, ricetta tradizionale, è un piatto molto versatile: è generalmente servita come contorno in accompagnamento a tantissimi diversi piatti.

polenta-ricetta-tradizionale

Polenta, origini di un piatto povero

La polenta è un piatto di origini molto antiche, tipico delle regioni del Nord Italia e legato alle tradizioni di montagna. Ha costituito, in passato, l’alimento di base della cucina povera in varie zone settentrionali alpine e prealpine di LombardiaVenetoValle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Trentino, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia, regioni nelle quali è ancora principalmente diffusa. 

La ricetta originale della polenta è a base di farina di cereali e acqua. Il procedimento per prepararla è molto semplice: di fatto si cuoce la farina in abbondante acqua salata, a fuoco lento, mescolando in continuazione. Oggi il cereale di base più usato in assoluto è il mais, importato in Europa dalle Americhe nel XVI secolo, che le dà il caratteristico colore giallo. In origine però veniva prodotta con vari altri cereali, come farro, segale, miglio, e più tardivamente anche con il grano saraceno.

Si gusta tradizionalmente come contorno a carni stufate o condita con formaggi, sughi di carne o di funghi. Provatela ad esempio con il Brasato di vitello al vino rosso, i Bruscitt, le Costolette di vitello o gli Involtini alla griglia.

Tipi di polenta e ingredienti per la ricetta della polenta

La polenta più popolare e diffusa sulle tavole è sicuramente la polenta gialla, cioè quella ottenuta con farina di mais. Della polenta esistono però numerosissime varianti, preparate con diversi tipi di farina e ingredienti. 

Con un mix di farina di grano saraceno e di mais si ottiene la polenta Taragna, dal caratteristico colore grigio. È tipica della Valtellina ed una delle più apprezzate e diffuse. In Veneto e in Friuli il tipo di polenta più diffusa e consumata è la polenta bianca, a base di farina di mais bianco. In misura minore, si usano anche farine di castagne e di legumi, che danno origine a un impasto più dolce.

Ad influenzare le caratteristiche e il gusto della polenta non è però solo la scelta della farina, ma anche il modo in cui essa è stata macinata. Per la polenta classica si usa generalmente una farina a grana media, ma potete utilizzare anche la farina a grana fine, la farina a grana grossa, o la farina integrale. 

Dopodiché, c’è chi aggiunge nella preparazione, oltre a farina e acqua, anche olio di oliva, burro, strutto o formaggio, ottenendo sapori sempre diversi. 

Qui trovate le ricette delle varianti di polenta per tutti i gusti.

farina-polenta-ricetta

Come fare la polenta tradizionale 

Quindi, come si fa la polenta? Il procedimento è davvero semplicissimo e per un risultato perfetto è richiesta solo un po’ di pazienza. La cottura della farina in acqua richiede infatti circa un’oretta. Esistono in commercio farine precotte, che permettono di cucinare la polenta riducendo il tempo di cottura a pochi minuti, ma naturalmente la consistenza e il sapore ne risentono rispetto alla polenta tradizionale. Per preparare una polenta perfetta quindi, dopo aver scelto la farina, armatevi di pazienza e il risultato sarà assicurato. 

Per cucinare la polenta tradizionale l’ideale è utilizzare un paiolo di rame e un bastone di legno, con cui rimestare continuamente la polenta dal basso verso l’alto. Tradizionalmente la polenta si cuoceva infatti nel paiolo di rame sospeso sul camino e si mescolava con il tarello, un bastone di nocciolo. Oggi come pentola per polenta potete utilizzare una classica pentola in acciaio, meglio se con il fondo spesso.

Versate la farina di mais a pioggia nell’acqua bollente salata e cuocetela per almeno un’ora, mescolando continuamente. Per avere un’idea delle dosi per la polenta bisogna considerare di utilizzare circa 2 litri d’acqua per ogni mezzo chilo di farina. In genere la polenta pronta viene presentata in tavola su un’asse circolare coperta da un canovaccio e servita, a seconda della sua consistenza, con un cucchiaio o tagliata a fette, con un coltello di legno o con un filo di cotone, dal basso verso l’alto.

pentola-polenta-ricetta

Print Recipe
Ricetta polenta originale
polenta-ricetta-tradizionale
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Piatto Piatto unico
Cucina Italiana
Tempo di cottura 1 ora
Porzioni
persone
Ingredienti
Piatto Piatto unico
Cucina Italiana
Tempo di cottura 1 ora
Porzioni
persone
Ingredienti
polenta-ricetta-tradizionale
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Portare a ebollizione un paiolo o una pentola con l’acqua.
  2. Non appena comincerà a bollire, aggiungere il sale e versare a pioggia la farina di mais, mescolando velocemente per evitare la formazione di grumi.
  3. Mescolare fino a che non riprende bollore, poi abbassare la fiamma e continuare la cottura a fuoco lento per 50-60 minuti. Mescolare sempre per evitare che la polenta si attacchi al fondo della pentola.
  4. Trascorso il tempo necessario capovolgere la pentola su un tagliere e servire con un cucchiaio o a fette.
Condividi questa Ricetta
Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi