Guacamole, tutto quello che devi sapere

guacamole-con-vitello

Guacamole mania, il nome di questa salsa l’abbiamo sentito nominare molte volte, ma non sappiamo da dove provenga (da molto lontano), né come si prepari secondo la tradizione (non è tutto avocado quello che è verde). Sicuramente non sapevamo di poter abbinare il guacamole non solo ai nachos, ma a tantissimi altri ingredienti, come la delicatissima carne di vitello e di poterlo servire direttamente nella buccia dell’avocado (zero sprechi!). Sapete come si fa crescere una pianta di avocado in un bicchiere? Guacamole a volontà!

Come fare il guacamole

La ricetta tradizionale del guacamole prevede che lo si prepari nel mortaio di pietra con il pestello di legno, proprio come si fa il famoso pesto alla genovese (i liguri fanno il pesto nel mortaio in marmo, che chic).

Gli ingredienti del guacamole sono avocado, succo di lime, jalapenos, cipolla ramata, sale e pepe nero. Inutile darvi le quantità, perché bisogna andare a sentimento e gusto. Diciamo che per ogni 2 avocado potete aggiungere 1/2 cipolla e 1 jalapeno.

A questo punto non vi resta che pestare tutto insieme e, se volete, aggiungere qualche pomodorino fresco privato della sua acqua e tagliato a pezzettini piccolissimi.

Guacamole, come si accompagna

Non solo nachos, dicevamo. Sì, perché la salsa guacamole si abbina benissimo alla carne, alle verdure, all’uovo, al pane, al pesce. Faremmo prima a dire con cosa non si accompagna il guacamole. Il guacamole sta bene persino con lo zafferano.

Abbinare il guacamole alla carne – Per un pasto completo e sostanzioso, energetico e consistente, il guacamole si può abbinare alla carne di vitello. Può fare da ripieno per degli involtini di vitello fatti a mo’ di sushi, può farcire una piadina con tataki di vitello, può essere lussuriosamente versato a condire delle fettine di magatello cotte a bassa temperatura (trés gourmet).

Vorreste provare a servire il guacamole come una crema cremosa senza grumi? Schiacciatelo più del solito, magari aiutandovi con una forchetta. Se necessario frullatelo con un mixer. Se proprio vi sta prendendo la fissazione, passatelo in un colino a maglie larghe. Ora che avete una crema omogenea e liscia e densa, versatelo su delle fettine di carpaccio di vitello affumicato, vi si legherà magnificamente.

Come si serve il guacamole

guacamole-avocado

Il guacamole, può condire una tartare servita direttamente nella buccia dell’avocado, può essere messo in una ciotolina al centro di un grande piatto di verdure e patatine e nachos da intingolarci dentro, può essere versato direttamente sul piatto ed essere servito a parte per chi ne vuole. Non c’è una regola su come si serve il guacamole, si può anche mangiare da solo o usare come semplice salsa per la carne da aggiungere in un hamburger messicano.

Come si conserva il guacamole

Il guacamole non si conserva per più di tre giorni in un tapperwear chiuso messo in frigorifero. Non vi conviene congelarlo, perché non saprà di molto una volta scongelato. In caso voleste fare la prova, ricordatevi di non spezzare la catena del freddo e passarlo dal freezer al frigo e poi a temperatura ambiente.

Dove si trova la salsa guacamole già pronta

La salsa guacamole si trova già pronta in tantissimi supermercati. La trovate, per la maggior parte delle volte, nel banco frigo all’ingresso, tra le cose pret à manger perfette per il pranzo in ufficio, normalmente accanto all’hummus di ceci e ai chicchi di melograno (provare per credere, il guacamole sta bene con i chicchi di melograno!).

Guacamole a volontà

Come far crescere una pianta di avocado in un bicchiere? Facilissimo. Basta estrarre il nocciolo dall’avocado e infilzarlo con quattro stecchini più o meno a metà. Ora, prendete un bicchiere, riempitelo di acqua a 3/4 e poi mettere il seme nel bicchiere. L’aoreola di stuzzicadenti vi impedirà di farlo entrare tutto e farà da supporto al seme che si bagnerà soltanto il sedere e resterà lì in ammollo per qualche mese. Potete dimenticarvelo, basta tenerlo alla finestra in modo che prenda tantissima luce.

Ma dove nasce il Guacamole?

In America Latina, precisamente tra Cile e Perù. Questi due Paesi si contendono non solo la paternità di questa salsa, ma anche quella del pisco e molte altre ricette tipiche della zona. Meglio non indagare, meglio non schierarsi (avete presente arancino/a?).

Alice Bignardi
Web Editor. Scopro l'Italia un ingrediente alla volta. Seguo gli chef in cucina e mi faccio raccontare tutti i loro segreti!

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi