Piatti tipici della valle d’Aosta

Oggi vi portiamo tra paesaggi di montagna, aria fresca e panorami mozzafiato alla scoperta dei piatti tipici della Valle d’Aosta e delle ricette valdostane. Regione più piccola d’Italia, la Valle d’Aosta è un territorio montagnoso circondato dalle Alpi con una vasta tradizione gastronomica, fondata su sapori semplici e su prodotti locali.

piatti-tipici-valle-d-aosta

Cucina valdostana

Sostanziosa e saporita, la cucina valdostana è tipicamente montanara, che ne riflette la peculiare conformazione geografica. Povera e di origine contadina, si fonda sugli ingredienti offerti dalle terre della zona.

La tradizione culinaria valdostana mostra grandi affinità con le regioni transalpine limitrofe ed è caratterizzata dall’assenza del frumento, sostituito dal mais e dalla segale, e di olio, sostituito da grasso animale. Vi si ritrova poi una grande abbondanza di patate, rape, cipolle, porri, cavoli, formaggi e carne. La Valle d’Aosta è infatti occupata da numerosi allevamenti di bestiame, soprattutto bovini, da cui si ricavano una grande quantità di prodotti caseari, salumi e carni.

Tra i prodotti tipici della Valle d’Aosta non si possono infatti non ricordare la Fontina DOP, formaggio conosciuto in tutta Italia, la mocetta, salume preparato con la coscia di vacca invecchiata, il Jambon de Bosses, prosciutto crudo speziato con erbe di montagna, il lardo d’Arnad, lardo di spalla di maiale speziato con erbe e il Boudin, insaccato con patate, lardo, barbabietole, sangue di maiale, vino e aromi.

piatto-tipico-valle-d-aosta

Primi piatti tipici della Valle d’Aosta

I primi piatti tipici valdostani sono generalmente rappresentati da zuppe e minestre, piatti ideali in montagna per scaldarsi e rifocillarsi dopo lunghe passeggiate, o piatti a base di farina di mais o di segale, condita con formaggi. Il frumento è poco presente e l’utilizzo del riso è localizzato nella zona della val di Cogne, data dall’origine piemontese degli abitanti.

La polenta concia

Se la polenta classica è tipica di tutto il Settentrione, la polenta concia è un piatto tipico della Valle d’Aosta che ha origine proprio dalle montagne di questa regione. La polenta concia è una ricetta valdostana dove la polenta gialla, preparata a base di farina di mais, acqua e sale, è mescolata a burro e formaggi, trasformandosi in un piatto ancora più goloso e sostanzioso. La si può mangiare da sola, al cucchiaio, o servire in accompagnamento a spezzatini o arrosti di carne. 

ricetta-polenta-concia

Zuppa valpellinese

La zuppa valpellinese, conosciuta anche come zuppetta valdostana o zuppa alla valdostana, è una ricetta valdostana a base di pane di segale raffermo, foglie di cavolo verza sbollentate e fontina valdostana, che vengono disposti a strati uno sopra l’altro e cotti in forno fino a formare una crosticina in superficie.

La fonduta valdostana

Tra le ricette valdostane più rinomate c’è poi la fonduta. Si tratta di formaggio, in questo caso Fontina, che viene sciolto a bagnomaria insieme a latte, tuorli, burro e pepe nero e gustato insieme a crostini di pane o patate. È un piatto molto conviviale che si mangia in compagnia come la bourguignonne: la pentola con la fonduta si posiziona al centro del tavolo su un fornelletto che la tiene in caldo e ogni convitato ci immerge pane, patate o altri ingredienti con un lungo stecchino. 

fonduta-ricette-valdostane

Secondi piatti tipici valle d’Aosta

I secondi piatti tipici valdostani hanno come protagonisti la carne e i formaggi, ingredienti facilmente accessibili ai posteri e ai contadini di queste zone. 

Carbonade

La carbonade valdostana è una specie di spezzatino dove la carne viene marinata e cotta a lungo nel vino rosso e erbe di montagna, che la rendono molto saporita e profumata. Il nome deriva dal colore scuro che la carne dopo le diverse ore di cottura, che la fanno appunto assomigliare a dei pezzi di carbone. Ne esiste anche unaversione fiamminga tipica del Nord della Francia e del Belgio, in cui il vino viene sostituito con la birra scura.

carbonada-valdostana.jpg

Cotoletta alla valdostana

Tra i cibi tipici della Valle d’Aosta c’è poi la Cotoletta valdostana. È una variante della cotoletta classica che ricorda più dei Cordon Bleu. In questa preparazione infatti le fettine di fesa di vitello vengono farcite con prosciutto cotto e fontina a fette, poi passate nelle uova e nel pangrattato e infine fritte nel burro. Una ricotte golosa e filante da servire con puré o patate arrosto.

ricetta-valdostana

Milza ripiena

Tra i piatti tipici valdostani c’è poi la milza ripiena, dove quest’ultima viene trattata come una tasca e farcita di carni avanzate dal bollito o dall’arrosto che vengono tritate con aglio, prezzemolo e parmigiano. Un piatto di recupero fatto con avanzi e frattaglie in tutta la sua praticità.

Dolci valdostani

Passiamo ora ai dolci tipici valdostani. Tra i più famosi ricordiamo i torcetti al burro e le tegoline, seguiti poi dal Méculin, un pane dolce, e dalla Crema di Cogne, un dessert al cucchiaio al profumo di vaniglia e rum, serviti con una tazza di caffè alla valdostana, corretto con grappa, zucchero, buccia di limone e chiodi di garofano, o un bicchierino di Genepì, liquore tipico. 

Torcetti valdostani

I torcetti al burro sono dei biscotti secchi a forma di ciambellani tipici di Saint Vincent ma diffusi anche in altre aree della Valle d’Aosta. Sono a base di farina, zucchero, burro, poco lievito di birra e acqua, e hanno una consistenza molto leggera e friabile dallo spiccato aroma di burro. 

torcetti-piatti-tipici-valle-d-aosta

Tegole valdostane

Le tegole, o tegoline, sono dei biscottini che vengono chiamati così perché hanno una forma molto sottile e leggermente incurvata che ricorda quelle delle tegole dei tetti. Sono preparate con farina, zucchero, burro, uova e frutta secca (solitamente mandorle e nocciole). Si accompagnano a crema pasticciera, gelato o alla golosa crema di Cogne.

biscotti-tegole-valdostane

Continuate il viaggio alla scoperta dei piatti tipici regionali attraverso gli articoli di Sfizioso:

Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi