Sara Farnetti e le regole per mangiare la carne

Con la nutrizionista Sara Farnetti sto cercando di capire quale sia un corretto consumo di carne. La questione mi interessa molto anche per via delle mie bambine e del tipo di alimentazione che vorrei offrire loro. Sara mi ha spiegato il concetto di “dieta funzionale” e di un uso ragionato degli alimenti. Mi ha anche rassicurata sui quantitativi sostenendo che due volte la settimana si possano tranquillamente ingerire proteine animali. Però ho deciso di approfondire meglio la questione e, per questo, ho cercato di capire con lei come far sì che il consumo di carne diventi ragionato.

 Consumo di carne sì, o no. Qualche dritta!

– Approfondiamo un attimo questo tuo concetto di alimentazione funzionale? Cerca di farmi capire cosa significa…

«Certo! Come ti ho già accennato esistono degli abbinamenti FUNZIONALI degli alimenti. Si tratta di combinazioni che migliorano il metabolismo di certe pietanze, che le rendono meno dannose o più salutari perché si realizza una sinergia dei nutrienti. Gli alimenti devono essere associati in modo giusto in base a ciò che vogliamo ottenere come risposta dal nostro corpo: equilibrio o infiammazione. Non bisogna mai pensare a un alimento come dannoso o, peggio, vietato ed è terribilmente sbagliato generalizzare perché si sottostimano pericoli veri e si considerano falsi nemici della salute».

– Prendiamo la carne, ad esempio. Oggi molte persone la stanno allontanando dalla loro dieta…

«Ottimo esempio. La carne, per esempio non fa male di per sè e non possiamo porre in questi termini la questione. Come funziona nel nostro corpo? Dipende dal tipo di carne che mangiamo. Mi spiego: la carne di vitello sarà più digeribile di quella di manzo e, tra gli animali da cortile, le carni di pollo più delicate di quelle di anatra o faraona. Dal tipo di carne dipende il contenuto proteico e la qualità dei grassi contenuti. Quelli del bovino adulto sono meno adatti per chi ha disturbi digestivi, del colesterolo, nelle convalescenze e dopo terapie con farmaci. La qualità della carne e, quindi, i mangimi utilizzati e i metodi di allevamento sono determinanti per la nostra salute. Acquistare carne di qualità, cucinarla in modo giusto e comporre il menù in modo funzionale sono la chiave per un utilizzo intelligente e salutare della carne, ma anche di pesce e formaggi, uova e legumi».

consumo di carne– Continuiamo sugli esempi pratici. Cosa dovrei mettere nel piatto insieme alla carne?

«Con un piatto di carne dovremmo mangiare sempre una verdura una variopinta; l’insalata, ad esempio, ricca di tutte le vitamine e i minerali. Ma anche spinaci, carote, lattuga, basilico, ravanelli e cipolle. Tutte queste verdure compensano l’effetto acidificante delle proteine della carne. Le verdure crude sono alcalinizzanti come gli aromi, al contrario le proteine acidificano per il loro metabolismo epatico e renale (non solo la carne acidifica, ma anche pesce, legumi, formaggi). Con un pinzimonio accanto alla bistecca di vitello proteggiamo il rene e l’intestino migliorando la flora batterica perché forniamo fibre prebiotiche, enutriamo i batteri intestinali buoni che compongono il microbiota intestinale. Per assorbire meglio il ferro della carne è bene associarla a fonti di vitamina C come, ad esempio, il peperone che contiene 5 volte la vitamina C delle arance, oppure il limone. Se vogliamo accelerare una digestione un po’ lenta mangiamo dell’ananas che contiene, specie nel cuore, un enzima digestivo: la bromelina. Gli straccetti di vitello con aggiunta di rucola a fine cottura, zenzero e ananas sono una ottima soluzione sinergica e funzionale».

 

Potrebbero interessarti anche...

2 thoughts on “Sara Farnetti e le regole per mangiare la carne

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi