Noce moscata, un seme dal profumo unico

Tra le spezie che troviamo più facilmente nelle cucine delle case italiane c’è la noce moscata. Il suo particolare aroma, che la rende molto versatile ed ottima sia per aromatizzare piatti dolci che piatti salati, arricchisce infatti molti piatti della tradizione gastronomica del nostro paese. Scopriamone i segreti e le proprietà in cucina. 


Potrebbe interessarvi anche: Cucinare con le spezie


noce-moscata-spezia-proprieta-cucina

La noce moscata, seme di origine indonesiana

La noce moscata viene ricavata da una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Myristicaceae nativa delle Molucche, isole dell’Indonesia. Oggi è coltivata in molte aree tropicali. I frutti di quest’albero, simili a delle albicocche, racchiudono un seme noto come noce moscata per il suo aroma che ricorda il muschio.

Prima di essere utilizzato come spezia, il seme viene essiccato, assumendo un colore marrone scuro e una consistenza legnosa. In commercio è possibile trovarla sia sotto forma di semi interi, da grattugiare al momento dell’uso, che sotto forma di polvere, più pratica da utilizzare ma meno preziosa dal punto di vista organolettico. 

Proprietà della noce moscata: effetti

Essendo un seme, la noce moscata è composta per il 40% da grassi, per il 30% da carboidrati, in particolare amido, e per il 6% da proteine. Le sue proprietà sono dovute soprattutto alla presenza di oli essenziali (dal 2 al 16%) e di composti fenolici, resine e pigmenti.

Grazie a questi componenti, questa spezia ha proprietà:

  • antisettiche, grazie alla presenza di eugenolo, un composto aromatico presente nell’olio essenziale della noce moscata che ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie;
  • digestive e carminative, cioè in grado di ridurre il gonfiore e il dolore addominale;
  • stimolanti, quindi è utile contro la stanchezza e l’astenia e stimola l’appetito.
spezia-noce-moscata-proprieta-cucina

La noce moscata in cucina

La noce moscata è una delle spezie più apprezzate in cucina, dato il suo caratteristico sapore caldo-acre, leggermente dolce. Il suo profumo la rende perfetta sia per aromatizzare piatti dolci che per quelli salati. 

Si sposa alla perfezione con pietanze a base di latte e formaggio, prima fra tutte la besciamella, che senza la noce moscata non sarebbe la stessa cosa. Si utilizza spesso in abbinamento alla ricotta, ad esempio nel ripieno di ravioli, tortelli (ad esempio i casoncelli bergamaschi) e torte salate

La noce moscata è spesso utilizzata poi in ricette a base di carne, come la Carbonada valdostana, la salama da sugo ferrarese, arrosti, trippa, polpette, sughi o ripieni. Spesso arricchisce brodi, sia di carne che vegetali, ma anche purè di patate, salse, vellutate, o verdure gratinate. 

È ottima nei dolci insieme ad altre spezie come la cannella, i chiodi di garofano, zenzero, protagoniste dei biscotti natalizi.

Rientra in molti mix di spezie come il curry, il berberè, con cui si prepara lo zighinì eritreo, il mix per il pain d’epices, con cui si prepara la carbonade, o la pasta pandori masala, per l’ossobuco tandoori.

Scoprite anche le altre spezie:

Giulia Milani
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è per me il modo migliore per conoscere una cultura.
https://ilvasodipandoro.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in sfizioso.it acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi